Departed ma mai tornated

The Departed

Ci sono molte cose non comuni che non tutti possono fare. E questa profonda riflessione è l’esito di una visione appassionata di The Departed. Primo elemento discriminante è insito nel fatto che La Signora è destinata a non possedere mai più una tessera di noleggio. Qualsiasi noleggio, anche di stecche da biliardo o canne da pesca. Il concetto di noleggio è deviato dalle sue origini basso – mediterranee levantine, pertanto è perfettamente inutile la spiegazione del ritorno del bene noleggiato entro un certo termine temporale. Con l’ammontare della multa avrei potuto comprare un paio di multisala, con pastarito&pizzarito inclusi. Jack Nicolson, il sosia ufficiale di mio suocero, è per me come un secondo padre, quasi un suocero. Leonardo di Caprio è un attore, mi piace poterlo dire anche dopo che alla mia memoria torna Titanic. Scorsese ha un grande talento, d’accordo, ma sono capaci tutti di usare il vecchio trucco del “morti tutti” come finale.

A prescindere dal mio malessere dovuto al finale, è un gran bel film. C’è la trama, c’è la psicologia, c’è sangue, rabbia e rivalsa, un cast che sarà costato tonnellate di dollari, visto che le scene in esterna sono in gran risparmio.  Unico neo: la confezione di pop corn al caramello di Blockbuster, oltre che essere un assegno circolare del dentista, è troppo piccola per reggere film del genere. Due le scelte: o sacchetti più grossi o film più corti. Aldo Grasso mi fa una pippa.

Riunione di produzione, Scorsese è a capo tavola, attorno scrittori sceneggiatori, lecchini, vallette, nani e ballerine, attori, sindacalisti, insomma la solita gente.

 

Sceneggiatore 1:” Poi c’è Damon che va in crisi: lo riprendiamo con il grandangolo da vecchio in una casa in collina, distrutto dai problemi di coscienza”.

Matt Damon: “ Io da vecchio non ci voglio recitare!”

Sceneggiatore 2: “Allora facciamo che muore, e Leonardo di Caprio prende il suo posto”

Leonardo Di Caprio: “ Io voglio morire a metà film, che ho un casino di cose da fare e sto facendo altri otto film. Porca puttana questa vita mi logora”.

J. Nicolson: “ Posso farlo io?”

Scorsese:” Zitto, vecchio di merda. E’ già tanto che ti facciamo fare tre quarti di film…”

Sceneggiatore 1: “non c’è nessuna soluzione… siamo finiti, questo film non uscirà mai…e in più non c’è nemmeno una scena con Paris Hilton”

Panico, dalla saletta escono piangendo diverse ballerine, un nano tenta il suicidio tirandosi il boccione dell’acqua in testa, Nicolson si addormenta russando. Da sotto il tavolo, nei pressi di Scorsese,  esce Paris Hilton.

Scorsese: “Ehi piccola?! Ma dove vai? Vedrai che una parte te la troviamo”

Paris Hilton: “ e ringrazia il cielo che non dico a tutti che è piccolo piccolo”.

La sala si fa gelida, un silenzio tombale avvolge tutti, si sente solo Nicolson che russa.

Scorsese: “ bene, mi sono rotto: tutti uccidono tutti e la facciamo finita”.

Sceneggiatore 1: “Ma la trama? La mia trama? La mia storia? Eh no! La mia storia non si cambia!”

Scorsese: “il film è mio, e quanto è vero che mi chiamo Scorsese, qui muoiono tutti. Ah, è chiaro che ci servono molti meno attori, meno sceneggiatori, meno giorni di produzione ma più sangue finto”.

Leonardo di Caprio: “ Io me ne vado. Dovevo essere io il più biondo del film, e invece c’è una comparsa nella scena del bar che è più bionda”.

Sceneggiatore 2: “ Quale bar? E’ tutto girato in un bar…”

Sceneggiatore 1: “ E Denzel Washington? Senza nemmeno un negro che cazzo di film è?”

Scorsese: “ Basta! Niente negri, pochi italiani e facciamola finita. Per il resto mi sembra perfetto, un finale chiuso, con qualche mistero…Chiaro?”

 

(nella diapositiva i Water Ranger. Da sinistra: Renation One Station, il Franz Caverna Fatata e Sabino Nano Da Giardino. Gli interessati mandino una mail a Ira per le altre foto tra cui: L’Ambasciatore Ricchione, Cinzia Nuda, Davide Pancia Infinita e tutti gli altri personaggi)

 

 

 

21 pensieri su “Departed ma mai tornated

  1. Ignorante Ideativo,
    dal mio punto di vista l’imbuto e l’antica arte del lubrificare con olio di oliva extra vergine, ha una sua poesia. Poesia alla quale vien difficile rinunciare, una volta provato.

    Ricordo ancora con il sorriso quel week end a San Remo, tra paraffina e imbuti… quanta poesia.

    Se vuoi portiamo un divano alla festa Beleza e facciamo finire tutto come quella volta

    Il Franz Insidiatore

  2. Franz, ma hai il segno della muta sulle braccia: sei abbronzato a metà…. sfigato surfista di sto cazzo.

    liebelustieiden, alla prima occasione ti spieghiamo noi l’imbuto. Se sopravvivi poi lo potrai raccontare.

    S.

  3. Liebe-Lust-Leiden…se non riesci ad articolarlo limitati a lll …e se non riesci neanche così puoi sempre chiamarmi “fra’”..oppure ti posso insegnare il Tedesco…
    quale preferisci, Schatzi?

  4. 1) questo non è un centro di psicoterapia per repressi, o quantomeno non per tutti i repressi. Non ricominciate con i battibecchi dei commenti, mi cadono già le palle.
    2) In qualità di coniugato/convivente non posso rispondere alla tua richiesta di spiegazioni sull’imbuto. Forse il Presidente potrà sopperire alla tua domanda.
    3) Questa esse puntata sta per Sabino o Simona: in entrambi i casi ti spacco il culo se ricominci con la storia della muta.
    4) ho ancora il segno delle cinghiate.

  5. domani lo fai vedere a me l’ultilizzo dell’imbuto…ma ti avverto io con me porto il il dildo “black block ebony” e poi vediamo chi dà più piacere.
    l’ignorante

  6. Lo sceneggiatore di “The Departed” ha riscritto (male) “Infernal Affairs”, capolavoro noir di Hong Kong del 2002, scritto da Alan Mak e Felix Chong, e il finale dell’originale hongkonghese è molto più…beh, originale del remake di Scorsese.

    A:

  7. ebbene sì sono geloso cazzo…non capisci che ti amo!!
    l’imbuto solo io..nessun’altra troietta!
    l’ignorante innamorato

  8. Bene,
    diamo della troietta a Giulia. Bene… noo, non si incazzerà per nulla.

    PS: ti vengo a prendere domani che ne discutiamo davanti a uno champagne con delle rose in una vasca idromassaggio al Motel California di Uggiate con Bronzolate

  9. oddio oddio, non so se ce la faccio.
    all’aeroporto viene mio fratello alle 16.20
    non voglio che mi vedi tutto sfatto per il viaggio
    l’ignorante

  10. allora ci imboschiamo in piscina di sera. Porto il costume rosso che mi andava bene due anni fa, così sarà aderente.
    Ps: ti amo ( o credo comunque di desiderarti)

    Adriano Barone grande Scrittore, ma quante ne sai sul cinema. Domani ci degni della tua alcoolica presenza o hai delle conferenze internazionali, dibattiti, prime, aste, troie che vengono prima di noi?

  11. Potrei venire, ma senza costume, perchè ho rimesso su due chili.
    E se fanno selezione all’ingresso, per come sono conciato ‘sto periodo, non mi fanno entrare.
    Comunque, finito l’incontro con una scrittrice di thriller che in effetti devo vedere (non so a che ora finisco), faccio uno sforzo vero e sincero.
    Troie permettendo, si intende. 😉

    A:

  12. The Departed è il film che ho apprezzato di più nell’ultimo anno.
    Anche se la fine sembra scontata, in realtà…!!!
    poi adoro Nicolson, De Niro, Pacino….BBBello Al Pacino!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...