La Storia del Bradipo

Roba di felicità, la storia. Ricordare è sempre divertente.

Il Bradipo, storicamente http://www.ilbradipo.splinder.it, poi http://www.ilbradipo.splinder.com, nasce un pomeriggio di maggio del 2004. Avere un blog, al tempo, non era così figo. Splinder era una piattaforma figa, e forse c’erano anche meno inquinamento e più giornate di sole in un anno. Raccoglieva foto, racconti di serate, qualche poesia, un po’ di link.

Non c’è mai stato un progetto, dietro al Bradipo. Figurarsi davanti. Dal 2004, comprensibilmente, sono cambiate parecchie cose. Ricordarle è piacevole. Qui hanno scritto davvero in tanti. Sono passati amici che non ci sono più. Mica che sono morti. Anzi, fin troppo vivi. Altri non hanno mai scritto ma hanno sempre letto.

Nel 2006 ho scritto per la prima volta da uno Starbucks. Roba che fa molto figo dire. Per la precisione, sul Magnificent Mile di Chicago.

Nel 2o07 scrivevo dal Sud Africa e poi dalla California nella stessa settimana. La cosa non ha migliorato ne il mio stile di scrittura ne il mio stile di vita.

Nel 2009, sono state ricevute le prime minacce, colorite da dialetti locali, per un post. La cosa è durata un mese e mezzo.

Nello stesso anno sono scomparse tutte le foto. Non ho mai capito perchè. E non mi sono mai interessato più di tanto.

Nel 2010 ho scritto mentre il mio aereo cercava di atterrare a Madrid con il carrello bloccato. Ho pensato di mandare un SMS a mia moglie. Non troppo preoccupante. Un semplice ciao. Poi ho pensato di scrivere la mia ultima cosa. Senza pensare che fosse impossibile pubblicarla.

Nel 2011, per la chiusura di Splinder, ilbradipo si è trasformato nel ilnuovobradipo.

Nel 2012 ho fatto un anno di merda. Odio gli anni pari. Anche il sito, ne consegue, ha sofferto parecchio. Avere un blog non è roba per yuppies

Il 2013 è stato l’anno migliore. Il post più letto della storia è di questo anno. Ho perso 20 kili, ho scritto moltissimo, e mi hanno pubblicato due racconti su due riviste differenti. A oggi, nessuna delle riviste esiste ancora.

Nel 2014 ilnuovobradipo è stato letto durante un reading pubblico. Non da me. La cosa mi ha fatto onore. Quasi commosso.

Il 2015 è stato un anno faticoso e amorevole. Lo ricorderemo per le tante mareggiate a Levante, onde tonde e paciose perfette per il surf pigro, e per il mio aver cambiato quasi tutta la mia vita. Il Bradipo, inaspettatamente, resiste. E’ un buon segno.

 

Il Bradipo è sempre stato aperto ai commenti, che sono (nel 2016) più di 18000. Niente di memorabile.

Nel corso degli anni, molti navigatori scafati hanno raggiunto questo posto usando delle chiavi di ricerca decisamente appropriate. La dimostrazione della perfetta funzionalità degli algoritmi di ricerca. Ecco alcune tra le più utili ricerche fatte:

– peni lunghi

– come credere nella poesia

– Non mi piace leggere

– passere rasate

– locali per scambisti a Milano

– viaggiare con la diarrea

– cantare in farsetto per far ridere gli amici

– ridere della vita

– sono depresso

– fighe pelosissime

La lista non include le ricerche di feticisti e adoratori di alcune parti anatomiche. In ogni caso qui non si vendono organi e non si leccano piedi. Almeno al momento.

Alcuni racconti, alcuni pezzi, alcune cose, insomma, scritte sul Bradipo, sono finite su blog, riviste, magazine, siti, famosi. Farne la lista non gioverebbe a nessuno. Rileggermi sulla carta, famosa, stampata, calda, è piacevole, ho scoperto, ma non indispensabile.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: