Smoking Freedom

Benvenuto duemilasei. Gli anni pari, non so spiegare con precisione perchè, sono i miei anni migliori. Quindi benvenuto. Per motivi tecnici di cui non so spiegare la concatenazione, il computer è andato in tilt. Ed è in momenti come questi che ringrazi il fato. Casualmente l’Ispettore Monazzo è giusto giusto un affermato tecnico. Grazie a due ore passate sotto la scrivania a svitare e riavvitare, la carcassa ha ripreso vita e sbuffando come una locomotiva si è rimessa in marcia ripristinando le mie connessioni con il mondo. Questo non giustificherà mai i giorni di ritardo con cui riporto la cronaca del nostro capodanno… ma non so quanto questo possa essere un problema. Come la foto inserita nell’album testimonia, la formazione presentata per il 31 notte era di tutto rispetto: L’Elegante, L’Ignorante, Il Presidente. A seguire il terzetto io e la Signora. Destinazione: rifugio montano della Fede, dove troviamo una calorosa accoglienza e dieci bottiglie di vino ad attenderci. Ma chi credeva di sollazzarsi con l’alcool ha fatto i conti senza l’oste, o meglio senza l’Ambasciatore, che si è scolato quattro bottiglie di vino prima di sedersi a tavola. La serata scorre tra brindisi, razzi sparati verso le finestre di casa, bombette lanciate sui piedi dei vicini e come gran finale: la festa al Grizzly. Ma come? non sapete cosa sia il Grizzly? Appena dopo l’hollywood di Milano e il Billionaire di Porto Rotondo c’è il Grizzly di Ponte di Legno, dove riusciamo ad entrare grazie ai magheggi di una strafatta Fede. Qui il terzetto Elegante Ignorante Presidente riesce a sperimentare diverse tecniche di abbordaggio verso le simpatiche brescianotte diciottenni, mentre io mi dedico al finto sbocco, una esilarante gag fattibile solo lontano dagli occhi della Signora. Anche quest’anno è passato, verrebbe da dire mentre si torna mestamente a Milano in sole 5 ore e mezza di coda. Un fenomeno collaterale che terrò sotto osservazione è la strana convergenza tra l’Elegante e il Presidente, affiatatissima coppia di sportivi (sport da tavolo) e vitelloni. E come la regola conferma, fortunati al giuoco, sfortunati all’amore. I due stravincono a scopone scientifico e a calciobalilla, e ho detto tutto. Lo Ignorante, sentitosi poco curato dal Presidente, recrimina il suo diritto di essere spalla del Presidente ( ricordiamo diverse operazioni di broccolo internazionale che i due hanno condotto insieme), e si inserisce creando un pericoloso terzetto.

Mi rimane solo da aggiungere una lapidaria spiegazione alla foto di questo post. Di ritorno da Palermo, accuso tutti i sintomi che si impadroniscono del mio corpo al ritorno da un qualsiasi viaggio. Ogni volta che parto fatico a tornare. Quasi come fosse necessario partire, ma fosse discutibile tornare. Qualcosa che va oltre la semplice fuga. Di tutte le foto scattate a Palermo ho scelto la più semplice per descrivere almeno il cielo sopra la città. Porterò parecchi ricordi, sulla gente, sulle strade, sui posti, sui profumi e sui piatti. Alcuni più forti, altri che svaniranno nel giro di un paio di viaggi. Per questo ho fretta di raccontarli, quasi come fosse l’unico modo per ricordarli. Palermo e il mare, prima di tutto.

12 pensieri su “Smoking Freedom

  1. Piccola integrazione al commento del Franz:
    l’11 è anche il compleanno del più grande campione di surf che io abbia conosciuto finora…ovvero…EGOFIX !

  2. il grande, l’unico, inimitabile, Egofix.

    Un breve cenno biografico:

    Eduardo Gomez Fizzaro, detto Egofix, nasce vicino a Trezzano Bay, una delle capitali mondiali del surf da onda. Fin da piccolo dimostra grande dote per gli sport da tavolo, e vince la sua prima competizione (la Turbigo Cup) a soli 3 anni, surfando sul seggiolino di sicurezza della Fiat 121 del padre. Oggi Egofix rappresenta per il surf italiano la migliore risposta alla radicalità dello shortboard, con il suo stile deciso e prorompente e la sua surfata lineare e continua. Vincitore della “Poretti Short Cup 2005” a Marina di Massa, è stato ammesso al circuito europeo dove si è fatto notare con un ottimo piazzamento nella Santander Euskadi Erria 2005.
    (dalla Enciclopedia del Surf, edizioni Mondadori, 2005).
    Un sincero segno di approvazione al Presidente che in atto di umiltà segnala questa piacevole ricorrenza.
    (Bellissima la foto che ha messo come firma digitale di splinder, un vero pezzo da Inbox).

    Franz

  3. Volevo dire che io e el presidente cerchiamo sfidanti motivati e consci di prendere una sonora batosta a scopone scientifico.
    Per facilitarvi possiamo giocare a occhi chiusi e carte scoperte.
    Ps Sconsiglio a tutti di giocare con L’ignorante e Franz…non sono proprio capaci.
    L’elegante

  4. ascolta…te l’ho già detto che sei un cretino!!!!
    se avevamo carte diverse dalle vostre non è colpa nostra, capito!??
    l’ignorante

  5. Messaggio gestionale per Lo Ignorante:

    vecchia regola, ma soprattutto sempreverde buonsenso, impongono di non lasciare in internet nomi cognomi e numeri di telefono. Ho cancellato il tuo commento per questo. Va bene il nome, passi il cognome (già troppo), ma il numero di cellulare proprio no.

    Esercito per la prima volta il mio potere di cancellare i commenti, una ricorrenza…

    Sei proprio un ignorante…

  6. occavolo mi sono preso un cazziatone!!
    da buon ignorante non lo sapevo…ma tanto era solo il numero di cristian!!!
    l’ignorante cazziato!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...