Uno due tre, prova

Mario diceva un sacco di parolacce. Parolacce senza troppa fantasia, roba da principianti, ma sicuramente d’effetto per un bambino di 11 anni. Io Mario non lo volevo nemmeno vedere, ma ci capitava almeno due volte alla settimana di incontrarci. Dopo il catechismo era inevitabile. Mi fermavo ad aspettare mia madre e la sua cigolante 126 rossa. Ci volevano ore perchè arrivasse, o almeno così mi sembrava mentre cercavo di nascondermi dietro le colonne del portico. Una volta Mario bestemmiava. Poi Don Pino si è messo a inseguirlo con un libro dei canti. Forte dei suoi trent’anni, il prete ha vinto e Mario si è convertito a concetti più soft, decisamente a sfondo sessuale, ossessivamente rettali. Riusciva a prendermi ovunque io fossi, e forte dei suoi dieci centimetri in meno di altezza, scaricava una raffica di pugni sulla mia pancia mentre io mollavo le caramelle. Non ho mai pianto, anche quando mia mamma ha smesso di darmi la mancia perchè preoccupata dall’eccesso di caramelle che compravo al bar dell’oratorio. Secondo una stima approssimativa, se avessi davvero mangiato tutte quelle caramelle mi sarei dovuto trasformare in una coca cola frizzante con i piedi. In verità l’ottanta per cento dei mei acquisti finiva in bocca a Mario, provocandomi anche dolorosi mal di pancia da pugno, segno evidente, secondo mia madre, del consumo eccessivo di caramelle. Mario diceva sempre che avrebbe voluto fare il camionista. Nessuno contestava l’idea, io per primo, sicuro che i camion circolassero a miglia marine dall’oratorio. Qualche tempo fa mi hanno parlato di Mario, che fa il camionista. E’ sposato con Paola, una delle bambine più belle che io avessi mai visto.

Oggi nel caldo della A1, infilato tra due camion, ho pensato a Mario, e ho inavvertitamente tirato fuori il dito medio dal finestrino. Così, forte dei miei 200 cavalli, sicuro del mio abitacolo, pronto a scappare con una accellerata forte. Non mangio più caramelle frizzanti.

 

2 pensieri su “Uno due tre, prova

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...