take a look

Guarda la neve, per esempio. La neve non è altro che acqua sotto mentite spoglie. Solo che quando piove ti senti triste, amareggiato e anche un po’ sfigato. Quando nevica ritorni bambino, ti ritrovi a guardare la strada davanti a casa e sperare che non finisca mai. Adori il prato ricoperto di bianca, soffice, silenziosa, (ho già detto bianca?), neve. E pensi che sarebbe bello vivere in un posto dove la neve non va mai via. Dove per settimane tutto rimane bianco, silenzioso, soffice, perchè no ancora bianco. Eppure per andare in ufficio ci hai messo sei ore. Stavi rischiando il legamento crociato per attraversare la strada, hai tamponato quattordici volte lo stesso lampione, poveretto, sfrizionando come James Dean. Hai anche la fortuna di vivere in un comune che presta il sale agli altri comuni, e per di più in una zona lontana dal centro e dai fotografi del Corriere, dove nessuno mai si sognerà di passare per spazzare questa silenziosa, soffice, infernale coltre bianca. Eppure la ami. E non pensi, mentre saltelli tra un lastrone di ghiaccio e un cumulo di terra ghiacciata, che stai rischiando la vita in una metropoli del ventunesimo secolo. No, pensi che è bello, che è giusto, che è inverno. Che bella persona che sei. Affascinato dalla purezza, ipnotizzato dal bianco, stordito dal silenzio. Guardi distrattamente il telegiornale, dove un giornalista da un po’ di ragione ai palestinesi e un po’ agli ebrei, si fa inquadrare con giubbotto antiproiettile e baracche sullo sfondo e finisce con augurarsi che Obama risolva tutto. Tu sei distratto, aspetti il Meteo. Dove speri che ti dicano che continuerà per mesi, forse per anni. Ma questa è la terra dei cachi, dei limoni, non dei Grand Soleil e dei pinguini. Non solo smette di nevicare, ma arriva il gelo. E ti ritrovi a fare delle fantomatiche piroette in macchina, disegnando itinerari misteriosi insieme ai tuoi compagni di balletto. E tutto è brutto, freddo e inospitale. Per quanto possa essere truce è così, anche la purezza della neve ha il suo lato oscuro. E forse era meglio la pioggia, che rompe si, ma è la forma più semplice di acqua, la più innoqua. Perchè questo posto è fatto perchè piova, non perchè nevichi. E tutto è un grande dono, ogni momento di sole e di pioggia. E bisognerebbe smetterla di lamentarsi per il caldo del sole o per le nuvole di pioggia. E’ la neve a dirtelo. E considerare ogni momento per quello che è davvero. Perchè domani potrebbe piovere, o arrivare il sole, o ancora nevicare. Ma tu resterai sempre quello. E smettere di guardare a domani, sperando nel tempo migliore, quando hai la cosa più bella del mondo da fare: vivere.

In loving memory of Aureliano B. C.

Un pensiero su “take a look

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...