I molti modi di dare forfet

Tra le eventualità della mia prolungata assenza ci sono: un rapimento da parte di un gruppo di guerriglieri per l’indipendenza di Lambrate, che mi tengono prigioniero sotto un tombino della Esso di via Rombon. Insieme a me siedono nel tugurio due commessi del Mediaword di Rubattino e un mulettista dell’Esselunga. Verremo liberati solo quando il gruppo, che tratta direttamente con Borghezio e la Moratti, avrà ciò che chiede. Oppure, ho fatto la campagna elettorale come ufficio stampa, nell’entourage di Silvio, scrivendo in parte i testi di “Meno male che Silvio c’e’”, canzone peraltro molto piu’ gradevole di tutta la produzione di D’Alessio. Ad avvalorare quest’ultima ipotesi ci sono un paio di servizi del Tg4 dove si vede un giovine di belle speranze che mi assomiglia molto, tra i finti giovani che stanno sempre dietro a Silvio e che fanno tanto rumore appena si accendono le telecamere. Altra ipotesi, piu’ fantasiosa ma sempre possibile, e’ che io sia completamente assorbito dagli incalzanti ritmi di una nuova multinazionale, dove ad una scrivania senza nessuna pretesa si e’ aggiunto un pc con la tastiera UK, senza accenti e con tutti i tasti spostati, con il quale scrivere una mail di tre righe e’ impresa assai ardua e che richiede almeno quaranta minuti netti. Ad avvalorare questa tesi ci sono numerosi avvistamenti nei ristopizza della provincia e nelle piazzuole Autogrill, anche se a oggi non si possiedono maggiori dati. Mentre gli inquirenti passano al vaglio tutte le ipotesi, io vi suggerisco, come consolidata tradizione di questo posto, un’ottima lettura: Cunnilingusville di Augusten Burroughs. Senza il tempo di fare una adeguata recensione, ma appena uscito dal tunnel dell’ultimo Pennac, che strombazza su Pennac ricordando Pennac e parlando di Pennac, e dall’ottimo Fanculopensiero, mi sono preso davvero una boccata d’aria.
Se mi avvistate, avvisate la polizia o anche Silvio, che mi voleva ministro.

5 pensieri su “I molti modi di dare forfet

  1. ci siamo buttati sulla letteratura leggera frocia a stelle e striscie, eh, fratello?
    premesso che se vuoi leggere un frocio divertente e caustico devi leggere hornby e che se vuoi leggere un libro divertente e basta devi leggere morozzi, tra i pigliainculo d’oltreoceano, leggi almeno sedaris…

    (quello della colf maligna non è niente male però, lo ammetto…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...