Tele Tiri Addosso

Ok. Mi piacerebbe davvero tanto essere in quella ristretta cerchia di esseri umani che possono affermare, sorseggiando un calice di rosso, che loro la tivù non è che non la guardano, nemmeno ce l’hanno. Si, mi piacerebbe, perchè fin dai tempi di Martin Mystere, o delle medie se siete più comodi, sono succube dei miti urbani tristi, come quello che non guarda la tivù, quello che uno dei suoi cugini una volta in pronto soccorso ha visto uno con una bottiglia di Coca dentro il retto (si noti la finezza, cazzo), quello che è stato con tre ragazze insieme, ma niente di speciale, quello che si è tolto i denti senza anestesia, insomma succube di tutti quei miti alimentati dalla noia di vivere e dal terrore della normalità. Sono molti, a quanto mi risulta, i personaggi famosi che dichiarano apertamente di non possedere l’apparecchio. Io no. Non sono famoso e possiedo l’apparecchio, un grandioso Mivar non so quanti pollici d’età indefinibile che in periodi normali viene usato più come soprammobile, ma in periodi foschi e tenebrosi rivela tutte le sue potenzialità. Adoro cibarmi di notizie, guardando cinque o sei tiggì al giorno, e di gossip, guardando Studio Aperto, il Tigi 1 e altre trasmissioni di intrattenimento. Adoro i reality come il TG4, dove da anni seguo la storia di Silvio B. e della sua scalata al successo intergalattico. Negli ultimi tre giorni ho passato quaranta ore davanti al tubo, indefesso e avvolto nel plaid Styuppenzekyhe sintetico, con delle pause fisiologiche e alcune ore di sonno delirante in cui rivivevo i momenti salienti della giornata. Stare male nel week end è già una sfiga, stare male nel week end e non interessarsi di calcio è una punizione divina. Punzione tirata da fuori area, si direbbe, ma con un piede davvero potente. Sicchè ho ripiegato sulle trasmissioni culto della mia vita, tra cui Festa in Piazza e tutte le televendite che il digitale terrestre riesce a portare davanti al mio divano. Adoro quel piccolo aggeggio che pulisce le vetrine a mosaico dei bagni, se solo avessi un mosaico. Sbavo per la spazzola pulitrice delle finestre, ma a Milano pulire i vetri è azione assai dantesca. Volevo comprare un rolex, un lettore cd, due raccolte di film di Sordi e una fornitura di vini di sole novantotto bottiglie (azienda agricola boschi, in corte roschi, con wiski maschio o qualcosa del genere). Ho seguito con trepidante emozione la stessa partita NBA per quattro volte, Sacramento è ancora Sacramento!, ho visto quattro minuti di Amici, tre minuti di quella roba con Morgan che fa Morgan e la Ventura che fa la Ventura e un sacco di ggggiovani terribilmente agghindati che fanno i gggiovani. Poi ho visto, potere del Premium, tutte le serie tv mai andate in onda, che ci sarà un motivo ma lo capisci solo dopo aver pagato tre mesi d’abbonamento. Ho scaricato il telecomando zappando (zappingando?) molesto nelle ore buche del palinsesto domenicale (dalle otto di mattina a mezzanotte), cercando di evitare Paola Perego e le sue grandi discussioni sui grandi argomenti. Ho guardato La7, che fa molto figo, ho guardato Mtv, che fa molto giovane. Per dovere statistico devo dire di non essere molto peggiorato rispetto alla partenza di questa maratona. Questo potrebbe essere già un brutto segno.

9 pensieri su “Tele Tiri Addosso

  1. Io non guardo la TV e sono povero.
    Come la mettiamo?
    Mi stai dando del bugiardo?
    Solo febbre o anche cagotto?
    Ah, poi dal Tambourine me ne sono andato prima, la bassista non m’ha cagato di striscio pur sapendo che ero lì per lei.
    Figurati se ho tempo da perdere.

    A:

  2. A come Altezzoso
    A come Arrogante
    A come Apocrifo
    A come Astronzo,
    se tu fossi povero
    si potrebbe anche parlare,
    se tu vivessi senza tv
    si potrebbe anche discutere,
    ma tu sei uno scrittore.
    Questo ormai non è un problema che
    riguarda solo te
    A come Ancora?

  3. Io la tivvi non la possiedo e non la guardo. Però non bevo il vino rosso…ecco dove mi perdo!
    I film me li guardo scaricati e quando mi tocca stare a casa malata ne trovo così tante cose da fare…

    E da bambina non facevo neanche l’anestesia dal dentista, per pura fobia della puntura. Soffrivo come un cane, piangevo grandi lacrimoni e adesso la parola “dentista” mi fa venire un’ansia che non t’immagini.

    Appena trovo un coccodrillo nel wc ti aggiorno…
    🙂

  4. Franz, per favore piantala di scriverti i commenti anonimi per fare rissa e sperare che succeda qualcosa di adrenergico a darti del carisma.

    Io vorrei vederla molto di più la radiotelevisione ma il coniglio nano di mia sorella ha raso alla base tutti i tasti del telecomando e diciamo che mi sono rimasti un pò più sporgenti il 7 e l’8, cioè quelli che fanno figo e giovane, quindi forse mi è andata un’anticchia di culo.

    Le mie leggende metropolpuritane preferite sono sull’aspettativa di vita dei conigli.
    Nani.

    A&B

  5. consentimi di correggerti, docile proprietaria di tasti spaiati, impareggiabile allevatore di conigli nani.

    Qui il problema è insito nella natura del nostro famoso amico Adriano Barone,sommo scrittore, il quale si porta appresso spasimanti e lurkers.
    Robaccia da giornale scandalistico.
    O da personalitaconfusa.

  6. Ah bè allora, porgo le mie umili scuse e vorrei chiedere se ti candidi alle elezioni, io desidererei che il voto utile fosse per te, altrimenti mi tocca ripegare anche quest’anno sul partito monarchico.

    Voglio essere anche io una lurker molesta del Signor Barone, chiunque esso sia.

    A&B

  7. Franz, chiedo scusa se qualche donna rifiutata mi segue anche qui da te.
    L’idea di avere degli (o più probabilmente delle) stalker, pur virtuali, mi fa veramente paura, però.
    Care stalker anonime, gentilmente:
    1) non fate le anonime;
    2) venite a commentare sul mio blog, che ho bisogno di traffico.

    Pace.

    :A

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...