cose che sarebbe il caso di ricordarsi

Il popolo italiano, quivi per motivi di lavoro o per semplice turismo, mischiato al caotico flusso di turisti che intasano il Miglio Magnificente, è facile da riconoscere sia nelle abitudini d’acquisto sia nei comportamenti verso le autorità statali, qui rappresentate da simpatici neri sovrappeso che dirigono il traffico con amorevole dedizione e intercalando ogni esclamazione con due o tre riferimenti biblici al Vecchio Testamento. Sicchè questo popolo, semplice e prevedibile, intasa Victoria Secret, comprando tanga a mazzetti e reggiseni a bancali. Mutande e reggipetto, bisogna dirlo, espressamente pensati per donne sul metro e ottanta, novanta sessanta novanta, silicone ben distribuito eccetera eccetera. Invece il tutto finirà negli armadi di attempate e non più giovanissime mogli, costrette a infilare le cadenti mammelle dentro i preziosi pizzi per non so quale logica. Il secondo cavallo di battaglia del popolo nostrano è Abercrombie & Fitch, marchio newyorkese espressamente pensato per la generazione Efron & Co., molto easy, geniale nel replicare le cose dei paninari con una decina d’anni di ritardo e nel posizionare il prezzo ben al di sopra di ogni sospetto. Ecco qui il colorato accento italiano mentre si snocciolano domande sulle taglie e sui colori, con molta libertà d’espressione. Intaseremo le nostre strade, per natale, di colorate magliette A&F, perchè in fondo in fondo siamo sempre stati paninari. Fenomeno assai interessante è la conversione dollaro – euro, che spesso arriva a 2,5, tanto per giustificare quella deliziosa sciarpa sintetica di cui non si riesce a fare a meno. Qui, in verità, non si può fare molto altro che comprare, mangiare, comprare, mangiare. Quindi, anche la famiglia Pistecchi si adatta, ingrassando e indossando, in attesa dell’inizio ufficiale della oni mun. Brindate con ottimo rhum, fratelli, poichè qui sono costretto alla Bud Light, Ferrarelle colorata.

Un pensiero su “cose che sarebbe il caso di ricordarsi

  1. come sempre il tuo occhio da osservatore attento e acuto ti accompagna ovuqnue…troppo divertente qs post! b permanenza e mi raccomando, non dimenticate di tornare con una valigia in più solo piena di gadgets e compere, per voi e per gli altri…(così consigliano le mie colleghe di fare se si deve andare nel nuovo mondo…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...