Sto morendo circondato da coglioni

Un po’ per forza, per via del precedente post, noioso e patetico e del flusso di commenti che perpetua in me il senso del limite intellettuale della donna prossima al ciclo, un po’ perchè avevo bisogno di parlare con qualcuno, mi cimento in un breve riassunto della mia condizione umana e spirituale di questa settimana. Fisicamente sto una merda, spiritualmente una scoreggia. Le palle, metaforicamente, girano ininterrottamente da una settimana per un catalogo di ragioni molto più spesso di quello della Postalmarket.

Ore 02.00am, Casa Pistecchi, La Stanza dei Bottoni:

La Signora: "Amore spegni l’aria condizionata, che fa freddo"

Il Franz: "non è l’aria, sono le mie palle che girano"

La Signora: "Ah…"

Il Franz:" Non mi dici niente? Non mi consoli? Non mi aiuti? E dai dimmi qualcosa!"

La Signora: " Vai a dormire sul divano…"

Il Franz: "Spiritosa… E perchè non sul balcone?"

La Signora: "Perchè decolleresti!"

Le tonsille hanno assunto dimensioni impensabili per quello che era il tipico raffreddamento e che ora è la tipica malattia mortale. Sudo a fontanella e conseguentemente puzzo a manovella. I miei colleghi mi evitano, come un appestato, e mi hanno costretto a indossare un talare bianco e delle campanelle che li avvisino del mio arrivo. Mia sorella L. dice che somatizzo. Mia sorella S. dice che ho l’influenza. Mio padre, pessimista in generale, ha comunque firmato per la cessione degli organi. Faccio dei sogni strani, lunghi e complessi. Sto leggendo il secondo libro di De Silva comprato dopo averlo sentito a Officina Italia. Ho una media di un paragrafo al giorno. Di questo passo posso finirlo approssimativamente prima della mia morte, supponendo che essa non mi anticipi in questi giorni. Essendo ipocondriaco ho chiamato il dottore 72 volte, aumentando teatralmente i sintomi per estorcergli un po’ di pena.

Il Franz: " E poi sputo sangue"

Il Dottor Rambacci, Medico della Mutua: " Urca…"

F: "Si, si , aspetti, il bello è che il sangue è verde"

DR:"Verde? Non è possibile"

F:"Ah no? beh, quantomeno giallognolo…"

La mia anima in pena soffre per il corpo, ma è troppo impegnata in dolorose guerre intestine per pensarci a fondo. E’ passata a salutare la Depressione Realistica, vecchia amica che ogni tanto passa a salutare:

Depressione Realistica: "Ueilà, eccomi qua. Come va bello mio?"

Il Franz: "Ma, tutto sommato davvero bene".

DR:"…"

F:"beh, diciamo che va come al solito…."

DR:" Una merda, quindi".

Gioco da equilibrista, combatto di strategia, è logorante, consuma. Fortunatamente domani saremo su altri lidi, in altre faccende affaccendati. In ogni caso, da questa sera fino a lunedì mattina propongo a me stesso di non scendere mai sotto gli 8 cuba di fila.

In poche parole, ho il cappio al collo, e tengo ferma la mano che lo potrebbe tirare. Mi scuserete quindi se non ho seguito nessuna delle vostre provocanti affermazioni in un tranquillo giovedì pomeriggio da parassiti. Il mio invito è a uno scontro diretto, in questo sabato fitto di impegni, in quel del botellon in Piazza Leonardo. Finalmente L’Elegante e La Rossa Che Vorrebbe Baciare Tutti si potranno incontrare. (vedrai che L’Elegante sarà molto più accomodante di persona, soprattutto una volta vista la scritta sulla maglietta). Lo Ignorante dovrà rimandare l’incontro diretto al suo ritorno. Speriamo che scriva ancora, visti i risultati, nel frattempo. Attendo in piazza anche Adriano Barone, Scrittore. Vado, perchè il filo della flebo tira.

Liebespurzzencazzen, o come cazzo si scrive, perchè non li inviti sul tuo blog a commentare? sono tanto soli….

16 pensieri su “Sto morendo circondato da coglioni

  1. ciao simpatico franz,
    innanzitutto condoglianze per la tua condizione psico-fisica. Ci rallegriamo però tutti del fatto che la Signora starà al tuo fianco in questo difficile momento – risparmiandoci dal gravoso compito.
    Anche perchè in questi gg per ql che mi riguarda il mondo potrebbe andare a puttane e non me ne fregherebbe niente.
    A questo punto c’è solo una cosa che potrà aiutarci, cuba per te, jack liscio per me.
    Concludo qua…vado a preparare i bottellones per domani…

    PS: Ma il Presidente che fine ha fatto? E pensare che l’abbiamo perfino eletto Mister Muretto del mio blog…non ha ancora accettato l’invito…attendo che lui accetti l’invito e che la Signora si esprima sui miei deliri mattutini prima di arricchire ulteriormente la lista degli invitati…
    firmato: animo ferito

  2. portatemi fuori.

    portatemi alle colonne.

    portatemi in trattoria toscana

    portatemi a le trottoir.

    si ma portatemi.

    poi non iniziate con la missione, sono a londra, esco con quella, sono a quella festa, faccio il figo, me la tiro, sto a casa, domani vado al mare, o altre cazzate del genere.

    Portatemi all’ammore

  3. Esco giusto ora da un tubo…
    …trattasi purtroppo ne di una cosidetta “green room” ne di un chilum…ma di un semplicissimo canale in PVC per lo smaltimento delle acque reflue di staminchia!!!
    Allegria…come a dire che…faccio un lavoro di MERDA…

    …ma tanto appagante!!!

    Ies ter dei non ti abbi chiamato…ti chiamai l’alter dì…te se ricordat minga???

  4. u vist la chiamatt’ ma l’eri in let a durmi giò un pusetin che sun chi che lauri tuc el di e ancha la not.

    Te se anda al cuncert del casino royale?
    appropppppossito:bella la stagione dei concerti a monluè: sembra di averli in soggiorno.
    cazzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...