The Bull of Saint Vit

In quel tempo, Chuck Norris predicava per il mondo con costanza e sempre più discepoli. Al suo arrivo in Italia, Piersilvio decise di spostare da Rete 4 a Italia 1 le narrazioni evangeliche di Walker Texas Ranger, lasciando come unica fiction su Rete 4 il tg di Fede. Nel contempo alcuni zelanti fedeli predicavano l’arrivo di Norris per i locali bene di Milano, evocando con costanti brindisi la sua venuta. Tra di loro c’era Pesce figlio del Piastrella, devoto fin dagli albori e fervente praticante del calcio rotante. In una nebbiosa sera di marzo Pesce, Egofix suo amico e El Presidente facevano ritorno a casa dopo una notte di incessanti predicazioni. Di colpo, con grande fragore di tuoni e improvvisi smottamenti dell’asfalto, apparve loro Chuck Norris. Stupiti, i tre scesero dalla macchina, proprio davanti alle Bullonerie Pavesi, sul Naviglio. Chuck Norris era avvolto da luce e fiamme e così parlo loro:
“Tu, Pesce, sarai pacificatore delle terribili guerre che affliggono la provincia di Gaggiano. In te ripongo super poteri e grande forza, perché tu possa governare sovrano sopra la masnada di immigrati che subaffitta i precari palazzi popolari di questa grande provincia”. Di colpo il terreno smise di tremare, poiché la linea verde chiuse con l’ultimo convoglio. Smisero i fulmini e la luna illuminò le Bullonerie Pavesi. Guardando l’insegna luminosa a doppio neon Chuck Norris riprese:      “Tu sarai il Bullone di San Vito”
Fu allora che il sagace Egofix, acuto osservatore, proclamò: “Mio signore, ma egli non pesa nemmeno settanta chili. Bullone è quanto mai esagerato”.
Chuck Norris eseguì allora un calcio rotante che sterminò le zanzare in tutto il Nord Italia e disse: “D’accordo, allora sarà il Bullo Di San Vito”. 
Allora fu El Presidente a domandare “ Ma Signore, come il popolo lo riconoscerà?”
Norris allora si girò a mezzo profilo di camera, ammiccando rispose: “ Al Palio degli Asini di Gaggiano vincerà l’Asino di San Vito”.
Fu così che, dal giorno della vittoria dell’asino di San Vito, la terra del riso e delle zanzare è protetta da un grande uomo, così forte e così capace da vincere contro il male meglio di Mazinga e di He Man.
Il Bullo di San Vito porta il verbo di Chuck Norris per il mondo, e solo un nemico è in grado di sconfiggerlo: l’alcool.  Per questo gli altri discepoli lo proteggono dal prezioso nettare, ma la tentazione è sempre dietro l’angolo.
Se desideri scaricare il wallpaper del Bullo di San Vito sconfitto dall’alcool puoi farlo gratis su talentosprecato.com.
Se desideri incontrare il Bullo di San Vito, richiama la sua attenzione compiendo atti vandalici in centro.
Se desideri proporti come moglie per il Bullo di San Vito, frequenta il Surfers Den un mercoledì sera. Oppure invia le tue foto, per essere selezionata al prestigioso concorso: La Bolla di San Vito, donna del Bullo.
476 parole – difficoltà lessicale(1-10) 3 – tempo previsto per la lettura: 3 min.
Note Legali:
tutte le citazioni sono dagli scritti apocrifi di Chuck Norris. Il Bullo di San Vito è un marchio registrato. Compiere violenza contro l’arredo urbano rappresenta una inutile manifestazione di stupidità e richiama l’attenzione degli sbirri, che sono parecchio pericolosi. Inoltre ogni responsabilità derivante dall’accoppiamento con il Bullo di San Vito è esclusivamente del Bullo stesso. Talentosprecato.com è un sito internet. Questo per dire che i concetti, le opinioni, le foto o i contenuti in genere che potrete reperire su talento sprecato.com sono per la maggior parte diretta responsabilità del suo creatore, Lo Sbirro, il quale ha richiesto che i 21 lettori di questo blog venissero a conoscenza del suo sito. La presenza del Bullo di San Vito al Surfers Den di mercoledì non è assicurata, in compenso garantiamo che almeno due emarginati, tre casi umani e due personaggi da film presenzino dentro o nei pressi del locale. Il concorso fotografico è riservato alle sole maggiorenni. Questo inutile post per dire che mercoledì gradirei salutare la parte sana della famiglia al Den, e che sparirò per un paio di giorni. Fratelli, bevete in mio nome.
 

7 pensieri su “The Bull of Saint Vit

  1. eccomi Lo Idealista (il Gnorante)
    ho letto il post precendente e ora mi sono galvanizzato un po’ come spiderman alle colonne (ho visto il video e non ci potevo credere)

    Attenzione a questo insegnamento da due soldi:
    nessuno di noi ha un prezzo,
    ognuno ha un valore;
    qualcuno un’idea,
    pochi un concetto,
    e uno, solo uno sa cosa è meglio per sè…
    buon fra non sono un idealista…sono solo inkazzato!
    😉

    ho già fatto la fidaty card della esselunga di via bergamo

    l’ignorante (idealista)

  2. ah dimenticavo,
    quest’estate l’elegante lo tengo io,
    ma a settembre ci vediamo tutti per decidere per l’estate prossima eh?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...