Appi Ister tu Evribadi

Oggi, vi confesso, me la spasso bellamente fantasticando sulle tragiche previsioni marittime che anticipano la piatta totale che sia sabato che domenica si poggerà sulle coste tirreniche. Per il mio retaggio cattolico borghese mi trovo costretto a fare gli auguri di Pasqua a tutti i miei colleghi, passando in rassegna scrivania su scrivania, con sorriso di plastica e mano ferma. I colleghi ricambiano con lo stesso calore, e tutto è molto bello.   Essendo arrivato a bordo del vecchio ferro da stiro oggi presento una versione di Franz molto simile a Dragon Ball, o più semplicemente a uno che si è pettinato con il ventilatore. Il vecchio trucco di non aspettarsi niente dalla vita, per poi rimanere sorpresi per ogni rutto del destino sembra funzionare quando hai cinque o sei anni, oppure quando speri che le previsioni meteo stiano delirando. Insomma, il sacro diritto a pucciare piedi e tavola dentro le rive tirreniche non dovrebbe essere mai messo in discussione da nessuna ipocrita previsione buonista.

Nel frattempo ci armeremo anche di computer, per poter trasferire su carta la geniale idea del racconto del secolo, del quale ho chiarissimo in testa l’inizio. Per la fine c’è sempre tempo.

Sinceri e caldi auguri per una serena pasqua.

Life is short fritzrest in peace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...