Still life in my hotel room

La cosa ideale per ogni essere umano è il giusto alternarsi di pulsioni del basso ventre e delle alte tempie. Quale ricetta migliore se non unire un sabato di surf, perfetta sincronia di tutti i cinque sensi, a una domenica culturale? Annaffiando il tutto con abbondante caffè, spirito di intraprendenza e sopportazione al vento che spazzava via gli squallidi ricordi di corso Buenos Aires e le ammorbanti puzze delle concentrazioni di giovani fascisti, io e La Signora ci siamo dunque appropinquati alla mostra di Helmut Newton. Considerato uno dei padri della fotografia dello scorso secolo, il nostro, tedesco d’origine con tanto di cognome impronunciabile trasformato nel più orecchiabile Newton, ha fatto della sua arte un simbolo. Osannato da tutto il mondo, dopo la sua scomparsa viene celebrato con una rassegna che sta facendo record di incassi. E’ anche importante specificare che il mio primo piacere nell’andare alle mostre risiede in tre piccole soddisfazioni; primo: fumare in coda, infastidendo le sciccose signore proibizioniste e generando sguardi di disapprovazione ( con annesso lo spegnimento del mozzicone per terra, ben in vista). Secondo: esibire alla cassa una consumatissima tessera della Biccocca, sostenendo che sono ancora studente, ed esigendo la riduzione, pratica quest’ultima divenuta di estremo godimento da quando le hostess precisano cinguettando: "la riduzione è valida sotto ai 26 anni", e io esibisco la mia carta d’identità dove l’obeso viso le distoglie dalla data anagrafica. Terzo: comprare i gadgets più stupidi. La collezzione prende volume e include alcune rarità tra cui: il temperamatite di Picasso, la gomma di Caravaggio, il poster da officina della Piaggio, due monete celebrative del futurismo e un posacenere della Campari. Tutto andava per il verso giusto. Avevo fumato la mia sigaretta, ed ero riuscito a cogliere negli sguardi del capannello di omosessuali dietro di me il disappunto. La hostess era andata in confusione per l’estrazione della tesserina universitaria e della carta d’identità. Tutto scorreva secondo i piani. Un futuristico pannello rosa ci da le coordinate biografiche, e un donnone nudo con il pube eccessivamente peloso ci accoglie tra le sacre mura della cultura. Passeggiando per la prima sala prendo le misure. Insomma, mi faccio un’idea. Ho il buon gusto di tenerla per me, e cerco pareri nelle chiacchere sottovoce degli spettatori vicini. Alla terza sala mi è tutto chiaro. Ritrovo nell’espressione curiosamente stupita della Signora il mio stesso parere sul Genio della Fotografia. Qui di seguito vi elenco alcuni atroci dubbi che non mi hanno permesso di prendere sonno per tutta la notte, logorandomi le interiora. Supponendo che la fotografia sia in effetti un’arte, e come tale abbia delle scuole, degli sviluppi e delle avanguardie. Supponendo inoltre che le foto di nudo femminile siano un fascinoso linguaggio di comunicazione tra l’uomo e i suoi misteri. Prendete visione di queste foto: uno, due e tre. Quesito: non è vero che, poste le condizioni precedenti, chiunque sarebbe capace di fotografare delle strappone in ambienti comuni? (quesito riformulato in modo culturalmente corretto: è possibile che l’arte di Newton sia nel raccogliere in immagini ciò che ogni uomo vorrebbe vedere?). E se è vero che i tramonti di Montecarlo, o le foto aeree, sono particolarmente singolari e belle, (avrei voluto metterle, ma su google si trovano solo le foto di nudo…), non è anche vero che la fotografia blocca dei momenti? E se ciò fosse vero, alle spalle della fisicità del nudo, non ci sarebbe semplicemente il momento in cui il vispo fotografo si è trovato con una modella nuda dinnanzi? Tutte queste domande, affolandomi la mente, mi hanno rovinato il momento dei gadgets, rompendo l’incantesimo perfetto della mia domenica culturale. Inoltre il dubbio ascetico che mi perseguita da ieri non mi abbandona: ma non è che stesse semplicemente fotografando le sue amanti? (peraltro cosa bellissima: fermare con una foto la bellezza di ogni momento). E di conseguenza, non è che stiamo osannando un grandissimo ciulatore? I dubbi vengono accentuati dalla seguente conversazione avuta in serata con l’Ambasciatore: Franz: "siamo anche andati a vedere la mostra di Newton" Ambasciatore: "ah, quello delle fighe nude", F:"si, quello dei nudi e dei paesaggi". A: "si, ho capito. c’è in giro il manifesto di quella con le tette piccole". Mentre il dubbio mi divora, ho deciso di dedicare la serata a risolvere l’arcano acculturandomi in internet. E parto da questo presupposto: che differenza c’è tra questo e questo? Mentre la Signora viene inseguita per casa da un Franz delirante che urla: "spogliati che ti fotografo appoggiata allo scaldabagno", il dubbio resta….

Disclaimer: questo post, per i suoi contenuti e per il suo approccio non deve essere visionato da: bambini o minori di 15 anni, morigerati ciellini e cattocomunisti, studenti di Brera e altri tipi di neodisoccupati, donne in protesta (offese dal nudo, dal maschilismo, dallo strapotere del pene, dal mio picco di brutalità sessuale e in genere da tutte le forme di socialità), e in ultimo da sessuomani. Per tutti coloro che reputassero il mio approccio con la cultura facilone, scontato, stupido e lievemente di sinistra, consiglio caldamente questo sito (fatevi fare il delfino sulla spalla, il tribale sul collo, o il sole sulla spalla, per entrare di diritto nelle persone che stimo poco a priori). Per tutti gli amici della famiglia bradipa che pensano che le droghe e l’alcool mi stiano lentamente logorando il cervello, consiglio una visita nel sito dove potete emulare L’Elegante (istruzioni: accendete le casse, cliccate sulla fattoria e poi componente come l’Elegante). Il mio pensiero va a Willy, che potrebbe essere il nuovo guru della fotografia. 1) ha una macchina fotografica digitale. 2) ha una vita sessuale lievemente sopra la media ( posta la media come somma delle vite sessuali dello Ignorante, mia e del Presidente). Unica controindicazione: l’esercito di mariti che riconoscono le mogli. Ma non può essere tutto perfetto.

25 pensieri su “Still life in my hotel room

  1. due doverose precisazioni e un consiglio:

    1) anche se ai più il semplice nudo potrà sembrare un nonnulla ci sono due elementi che per me lo rendono unico: le scarpe e le tette. Forse per questo ho passato velocemente la parte della mostra dove c’erano i primi piani. ( solo L’Elegante potrà capire)

    2) willy, la media è una somma tra i valori divisa per il numero dei dati ( ad esempio: la media di 2, 5 ,6 è 2+5+6 diviso 3)

    Consiglio: una volta entrati nella fattoria dovete cliccare su Hoppa Over, in basso. Poi su start. Una volta finito potete riguardare il filmato della vostra jam session.

  2. Cazzo ogni volta che mi esalti deve sempre e subito rimediare!!(forma verbale più che attinente all’argomento!).
    Adesso sbruffone ti pongo un quesito matematico che mi è venuto in mente in una notte dove la febbre mi teneva sveglio e non sapendo come trascorrerla facevo giochini con i numeri.Ti giuro che mi è venuta senza sapere se sia già una formula esistente:Allora dimmi velocemente la somma dei primi 10 numeri dispari! quella invece dei primi 15! e poi quella dei primi 22!(ad es i primi due numeri dispari sono l’1 e il 3 e questo è un piccolo aiuto)Prendimi per culo su tutto ma non in matematica!A Presto Bisio

  3. sono o non sono la vostra “organizzatrice di serate” preferita???
    forza, vi voglio sentire rispondere “SIIIII, SEI LA NOSTRA ORGANIZZATRICE…..”
    bravi!! andate su questo link, per i ringraziamenti potete mandarmi una mail, o anche un sms.
    ovviamente se preferite andare al matilda… fate voi.
    la sciura.

    http://www.degustatoribirra.it/home.htm

  4. ti sputo in bocca.

    Senza imbuto.

    Vai a broccolare fuori di qui.

    Ci dovrebbe essere la serata erasmus domani all’Old Fashion.

    Franz

  5. Domani sera Lo Ignorante va a ritirarmi l’esito della risonanza magnetica…passero’ da casa sua verso le 20 per il ritiro. Propongo pizzino infrasettimanale per festeggiare il mio ritiro dall’attivita’ agonistica.

    Stanotte ho sognato l’esito:lesione meniscale e legamentosa
    L’elegante

  6. quindi si va alla festa della birra? daaaaiii. luca lo convinco io, oppure gli diciamo che andiamo al matilda e invece lo portiamo alla festa della birra, tanto non se ne accorge, dopo due birre balla latino a mericano ed è felice.
    ???
    la sciura

  7. ma, venerdì 24 mi era sembrato di capire festa starsfucker… quindi direi sabato 25.

    ma ti lda … ma ti lda … ma ti lda she tashe take me money and run
    Venezuela!
    la sciura

  8. Ritiro esiti risonanza rimandato a VENERDI 17…BENE BENE….

    Quindi la festa d’addio all’attivita’ agonistica e’ rimandata…(speriamo PER SEMPRE)

    l’ELEGANTE

  9. oh…ambasciator non porta pena eh?!
    aggiungo per essere in linea con il post, sono andato anch’io a vedere la mostra fotografica di helmut e ho avuto le stesse identiche impressioni del titolare. purtroppo ho confermato l’opinione che H.Newton sia un artista, fotografo veramente sopravvalutato.
    l’ignorante

  10. Grazie ragazzi
    l’attenzione che si e’ creata attorno al destino del mio ginocchio mi sta veramente scaldando il cuore.

    Con affetto

    Vostro Elegante

  11. elegante…la verità è che cerchiamo di far finta di niente,ma dentro siamo tutti ancora scossi per la tua disavventura!!!
    facci caso…non ne parlano neanche i giornali perchè abbiamo loro richiesto rispetto per una simile tragedia fino a quando non si saprà qualcosa di più chiaro…

    LA IMPASTIGLIATE-VOLLEY E’ CON TE
    torna presto…senza te inizia a cadere la polvere sulle panche!!!

  12. Caro Elegante,
    il tuo destino, il destino della tua articolazione, il futuro del tuo menisco, i peli intorno al ginocchio, sono al centro delle nostre attenzioni. Siamo con la fiata sospesa, speranzosi in una tua pronta guarigione….
    Anche perchè, sapendo che tu non puoi correre, L’Ingorante tampina tua sorella e due magrebini tentano di rubarti la golf.
    Altro che duello tv… siamo veramente tesi per l’artrosi.

    D’altronde, l’età….

    Franz The Swimmer

  13. Domenica tutti a fare il tifo x il FEDE che sarà impegnato a Siena (dove si trova da ieri mattina) nel palio dell’ASSUNTA in sella al cavallo della contrada del “PESCE”…

    GRANDE ACQUISTO!

    GRANDE!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...