Chicken Revolution

2005: viene rilevato il virus H5N1 su un pollo indonesiano. Velocemente la cosidetta influenza dei polli si espande in tutto il Sud Est Asiatico. Il mondo occidentale non ha molto interesse per la questione fino al momento in cui, il 14 marzo 2005, un dirigente della Sony, fa presente che il rischio di contagio riguarda il principale motore economico del mondo. Per il rischio di perdere la manodopera cinese e thai, l’Organizzazione Mondiale della Sanità inizia il suo lento percorso di ricerca per arrivare a un vaccino. Nel frattempo i primi focolai in India e Burzukistan fanno presagire che il virus non abbia preferenze politiche o di confini. Mentre il lavoro degli scienziati procede alacremente, in un torrido giovedì pomeriggio di agosto, uno scienziato italiano riesce a ottenere il vaccino. Il dott. Pistelli, ricercatore dell’università di Pisa, propone gli esiti della sua ricerca alla commissione di Bruxelles. Negli uffici della capitale belga si alza una corale risata: "che cazzo vuoi che abbia scoperto un italiano?!". Si saprà solo in seguito che il vaccino del dottor Pistelli era l’unico efficace. C’è grande sgomento quando una rispettabile società di sondaggi americana tira fuori i numeri delle manovalanze morte in tutto il mondo negli ultimi tre mesi. Ma la situazione viene subito messa sotto controllo: ad una più attenta analisi si scopre che nulla è cambiato dal solito. Sono tutti morti per cadute da ponteggi, intossicazioni e incidenti vari. Il primo panico arriva con i cigni reali, che migrando dagli stagni dell’Est verso Italia e Germania, portano il virus sul vecchio continente. Il nobile uccello diventa il simbolo di una diffusa psicosi generale. Vengono disertate tutte le rappresentazioni della "Morte del Cigno" e si assiste a una vera e propria caccia all’uccello. Milioni di pennuti vengono uccisi per precauzione. Grande ritorno sul mercato dei cuscini in piuma d’oca, con il benestare degli animalisti che nulla possono dire. Contemporaneamente in un laboratorio di Tallin il professor Burketiz mette a punto un vaccino sottocutaneo per la vaccinazione di massa. Nel maggio 2006 in Europa i contagi sono più di un centinaio. La commissione Europea decide per un programma di vaccinazione globale. Inizia la distribuzione del vaccino. Per la fine di maggio risultano distribuiti tutti i flaconi disponibili in gran parte del mondo. Il vaccino viene prodotto da una casa farmaceutica che assicura di non trarre profitto dalla distribuzione. Il suo Amministratore Delegato, proprio alla fine della conferenza stampa, annuncia l’acquisto in blocco della Tanzania e del Kenya, che si chiameranno Aspirina e Moment. Iniziano le prime rappresaglie degli aspiriniani, ma tutto viene sedato con la distribuzione gratuita del Viagra. Un anonimo ricercatore italiano, il dott. Pistelli, analizzando il vaccino, scopre che si tratta di un pericoloso derivato della cocaina, trattato con numerose altre sostanze, e totalmente inefficace contro l’influenza aviaria. Ma ormai è troppo tardi. Con 5 miliardi di vaccini, il mondo è alla deriva. Si tenta di mantenere la normalità, ma gli eventi si succedono rapidamente. Bush dichiara guerra a tutto il Medio Oriente, il Giappone, e Formentera. L’Europa dichiara guerra agli Stati Uniti, ma non volendosi alleare con i Giapponesi, produttori delle Toyota (che hanno sempre venduto più di Fiat e BMW) dichiarano guerra contemporaneamente anche al Giappone e all’Australia. La Simo è costretta a tornare imbarcata su un cargo battente bandiera liberiana. Il vaccino ha effetti tremendi sui consumatori abituali di cocaina, portandoli alla morte in pochi giorni. L’Italia viene decapitata di tutta la sua classe dirigente, di buona parte del mondo televisivo e di larga parte delle generazioni 76/77/78/79/80. Al governo sale un triumvirato di diciottenni, abituee della cannabis. L’Iran spara la sua bomba nucleare su Israele, che risponde con diversi attacchi, sostenuto dagli Stati Uniti che vengono devastati da diversi ordigni atomici cubani. La Russia registra numerose esplosioni che distruggono gran parte del suo territorio. Il mondo è in piena devastazione. Il genere umano è in pericolo. Le Nazioni Unite, divenute proprietarie di tutte le coltivazioni di marijuana del mondo, considerate patrimonio dell’umanità, comprese quelle della Calabrese Rossa, decidono di inviare nello spazio una astronave composta da cinque uomini e cinque donne, per garantire sopravvivenza al genere umano. L’equipaggio sarà composto da uno spagnolo, un francese, un tedesco, uno svizzero, un americano e cinque bresciane ( considerate le più adatte a una forzata e continua attività riproduttiva). La nave, chiamata Barzelletta Uno, viene lanciata il 24 Novembre 2006, carica di cibo e speranza, verso lidi ignoti. Il 28 novembre 2006 l’ultima disperata rappresaglia dei ribelli del Filtrino, unici rimasti a salvare il mondo dalla cocaina, finisce in strage. Il genere umano è estinto, la terra è una informe palla di nulla. Il 29 Novembre 2241 il Gran Consiglio della Colonia Lunare decide di inviare una spedizione archeologica sulla Terra, pianeta da cui discende il ridente insediamento. In effetti i dieci capistipite hanno fatto il loro dovere, e in un paio di secoli la popolazione lunare è numerosa. Convenzionalmente hanno optato per un dialetto inglese, con forte cadenza bresciana, per comunicare tra di loro. La donna più prolifica è stata la Luisa, da cui discende la gens più numerosa, i luisoni. A questa spedizione, che ha lo scopo di riallacciare i ponti con il passato, scrivo queste righe, salvate su un cd, sepolto sotto un faggio vicino a Linate. Se mai doveste trovare queste mie parole, sappiate farne buon uso. Sono scritte per smantellare alcune vostre convinzioni sul nostro vecchio mondo.

Primo: Discendiamo dalle scimmie. E’ errato pensare che discendiate da un essere primitivo chiamato Magut Brescian. Anche se esso si avvicina molto al gorilla primordiale, ne rappresenta una diretta evoluzione.

Secondo: A proposito dell’Ordine del Gran Fallo. I vostri primi ritrovamenti presso l’Abbazzia di Morimondo vi hanno portato alla convinzione dell’esistenza di una primordiale religione in cui gli uomini, vestiti di solo saio, fossero dediti a numerose pratiche sessuali. Il corpo da voi ritrovato presentava un grande fallo. Sbagliate nella vostra convinzione: infatti il vostro ritrovamento è riconducibile a una particolare serie di eventi. Negli ultimi 10 mesi di esistenza, gli esseri umani sulla terra si sono dati da fare per recuperare gli anni persi. Così il Papa, trasformando San Pietro in una colossale discoteca, ha condotto fino alla fine dei suoi giorni una vita dissipata e al limite della ragionevolezza. Allo stesso modo, il corpo da voi ritrovato appartiene a un famoso attore porno, Rocco Siffredi, che ha preso i voti in preda a una improvvisa redenzione. Sull’esistenza di altri frati ben dotati non posso confermarvi nulla, ma Fra Rocco rappresenta una rara eccezzione.

La Battaglia di Monaco. I resti di numerosi esseri umani, con bizzarre divise patriottiche, tutti ammassati nella stessa zona vi hanno condotto alla creazione del mito della Battaglia di Monaco. In verità si trattava dei Mondiali di Calcio. E per quanto riguarda l’agghiacciante ritrovamento di diversi giocatori ammassati nello stesso loculo, era la nazionale bulgara, che a corto di fondi, faceva dormire i suoi in un unico alloggio.

I preziosi Monili di Cocaina. Il ritrovamento di ingenti quantità di cocaina nelle casseforti delle ville e delle aziende nelle grandi metropoli, vi ha portato a credere che fosse un materiale pregiato per la nostra epoca. Oggi voi indossate preziosi braccialetti di cocaina fossilizzata. Per noi era una sostanza stupefaciente, e non un monile prezioso.

Gli affreschi dell’Imperatore. Dai vostri ritrovamenti, avete dedotto che al momento della sparizione della terra l’Italia fosse governata da un Imperatore, proprietario di terre e televisioni, e più volte raffigurato su muri e pareti domestiche. Non avete sbagliato sulla forma di governo, ma errate a riguardo delle raffigurazioni celebrative. Per il suo dodicesimo governo, il presidente aveva fatto creare dei manifesti celebrativi dove era raffigurato abbracciato a Dio e lo Spirito Santo. Ma la questione sarebbe lunga da spiegare.

Le Stecche Fluorescenti: le stecche fluorescenti che conservate con tanta adorazione non sono altro che patatine di Mc Donald, perfettamente conservate nonostante le numerose esplosioni nucleari. Avendone trovate in tutto il mondo, ma specialmente in america, avete supposto di una religione che avesse come simbolo la stecca. Noi le mangiavamo, come companatico. Senza sapere della loro reale sostanza.

La Mummia di Mediolanum: il ritrovamento effettuato scavando verso il centro della antica città, con i resti ossei avvinghiati a tessuti, non è riconducibile a nessun rito di mummificazione da noi praticato. E’ semplicemente Domenico Dolce, morto sepolto sotto i suoi uffici, mentre tentava di salvare le ultime collezzioni autunno inverno 2007.

I carri funesti: il vostro ritrovamento di un grande esercito di carri da guerra, disposti in tre ordinate file, non è parte di nessuna epopea militare. Trattansi della coda sulla tangenziale Est di Milano, il giorno in cui i cittadini hanno deciso di fuggire in massa, e contemporaneamente Carlo Garavaglia, tecnico del Telepass, si è dimenticato di sbloccare le porte della Viacard, dando possibilità di fuga solo a chi pagava in contanti. Un razzo turco, che doveva arrivare a Parigi, è crollato sulla tangenziale, facendo una strage, per via del carburante esaurito.

Addio miei cari pronipoti. Che voi possiate prosperare e diffondervi in tutto il sistema solare. L’influenza aviaria rimanga per voi una grande metafora di vita. Il Gallo Ammalato, nato da un uovo, porta la morte all’uomo. Che significa che le cose fatte con il culo non finiscono mai bene.

 

5 pensieri su “Chicken Revolution

  1. Sono il primo commentatore di un documento storico!wonderful…o…ostiii!!comunque nel leggerlo e nel ridere ho perso il filo del significato che riprendi nelle due righe finali!me lo spieghi?praticamente ho capito e mi piace il detto che le cose fatta col culo non finiscono mai bene ma non ho afferrato il nesso con l’influenza aviaria!!

  2. MESSAGGIO X LA MIA IRO’

    CAZZOOOOO! la pagina di fastweb non e’ disponibile…forse xche’ in italia sono le 2 di notte…uffa non posso scriverti nessuna mail ma ti devo dire che ho fatto il mio primo colloquio in inglese. mamma che sudata!!!! domani so la risposta….ti prego incrocia tutte le dita che hai x me. ti prego, ti prego!!!!!! dovrei lavorare in un ufficio con un australiano che parla come se avesse una patata in bocca. very exciting!…xo’ forse imparo sta benedetta lingua che mi fa tanto cagare.
    tu come stai? la casa? preparativi x il matrimonio? MI MANCHI VERY MUCH.
    oggi e’ tornato il sole, dopo UNA SETTIMANA di pioggia. e’ iniziato l’autunno ma sembra ancora estate. l’unica cosa bella di brisbane e’ che non esiste l’inverno…il resto fa cagare. giuro!
    sabato sono andata in un’agenzia viaggi xche’ vorrei farmi un viaggetto alle fiji o in polinesia…se riesco a mettere via un po’ di soldi quasi quasi vado…tanto ormai sono gia’ qua. dovrebbero essere a circa 6 ore di volo. che ne dici? dai vieni a trovarmi. ma nessuno mi viene a trovare????spargi la voce. il tuo futuro marito potrebbe surfare allegramente tutto il giorno e noi andiamo in giro a fare shopping.

    UN BACIO GRANDE A TUTTI (tranne a pesce xche’ non mi scrive mai).
    MA COSA SI E’ FATTO L’ELEGANTE????

    LACIMO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...