Quitters 

– sei una vittima degli eventi, in pratica 

– non direi. Più un lucido pianificatore che ha sbagliato qualche misura

– tu non hai mai avuto le misure dell’amore

– tu non conosci il mio lato pratico. Che è molto fisico. Vado a occhio nelle situazioni, a braccio nei casini, di petto nelle sofferenze.

– e alla cazzo in tutto il resto.

– ci può stare. 

– non si può dire che tu non ti dia tutto.

– si ma solo se la cosa si fa tremendamente pericolosa.

– vedi che sei una vittima degli eventi 

-nah. Ho un elevata soglia del dolore e un senso di precarietà al contrario.

– capisco sempre meno

– soffro poco e adoro perdere l’equilibrio.

– cinico e puttaniere. 

– così ti fai brutta pubblicità 

– a me?

– siamo stati un noi, secoli fa. Se dai del puttaniere a me, ti dai della puttana.

– vero.

– che poi non lo sei. Se no, probabilmente ti avrei sposata.

– non ho voluto esserlo con te.

– cazzo. Peccato.

– nessuno, vecchio puttaniere, ammetterebbe che, per culo o per intuito, vinci sempre facile. Per questo nessuno te la darebbe vinta.

– darmela vinta, confermando di essere puttana. Moccia scriverebbe una trilogia per molto meno.

– comunque abbiamo perso tutti e due. Chiunque sa di essere un noi e poi si ritrova ad essere tornato solo un io, sa di aver perso. In amore si scommette tutto sul raddoppio. 

La verità, in effetti fa pensare. 

(Possibile titolo del dialogo: facevamo la differenza, adesso facciamo la differenziata, ma ognuno a casa sua) 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...