Ossimori di Seppiamora

Sono talmente stanco che scrivere mi pesa. Eppure, come sempre, ci sarebbe da scrivere di molte cose. 

Ieri mi sono fermato in una stazione di servizio, in mezzo alle montagne. Ho fatto il pieno, sono andato a pagare, compiacendomi dell’efficienza teutonica nel gestire le pompe di benzina, ho comprato una pera e sono uscito. Umido per un temporale appena passato, il cielo era grigio pesante. Un camion parcheggiato, un’altra macchina. Il silenzio interrotto solo da Laura Pausini. Io credo di non essermi mai sentito così triste come in quel preciso momento. Per il 2012 abbiamo chiuso il concorso per il momento urbano più squallido. Ho finito la pera velocemente e sono scappato verso il traffico, lo smog, il caldo della mia fottuta città.

La mia macchina ha un sistema di intrattenimento in grado di fare cose mai viste, tra cui portarmi ovunque voglio in 22 paesi diversi, con la precisione di una freccia, mandare tutta la musica che ho, ininterrottamente, seguendo attentamente i miei gusti e le mie preferenze, assistermi alla guida con informazioni decisamente inutili ma di colpo indispensabili e farmi telefonare a chi voglio quando voglio. Sapere che si sta viaggiando verso Sud Ovest, e che in dodici kilometri arriverà un temporale, è una di quelle informazioni che nessuno ha mai avuto bisogno. Nemmeno io. 

Ma telefonare si. Soprattutto quando in macchina, seduto e rassegnato, finisco per passarci intere giornate. Intere giornate dal mattino alla sera. Eppure il telefono è l’unica cosa che non funziona. 

Ho pensato, sfoderando tutta la mia cultura da nerd, a diverse soluzioni, tra cui anche la rivisitazione dell’estrema ratio con Windows (Staccare la Spina). Ho staccato la batteria, ho ricollegato il telefono, ho configurato, ho settato, ho smanettato. Ma niente. Ho anche pensato di provare con qualche bottarella con il polso. Ma non ci sono riuscito. 

Così viaggio per ore, senza poter parlare se non da solo. 

Canto, ascolto la radio, fumo. Ma non parlo al telefono.

 

Sono troppo stanco per scrivere. Anche viaggiare senza parlare con nessuno stanca molto di più. 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...