Quale Rhum Bevo io, quale rhum bevi tu

Cercavo un libro di poesia. Non cercavo un libro in particolare, ma avevo una vaga idea. Ho incontrato una poetessa, mi ha fatto comprare il suo libro. Ci siamo parlati. Abbiamo parlato della Scigheira, di Catalano, di Milano. E di poesia. E' una bella signora, le sue parole sono eleganti, gli occhi sinceri, e il libro decisamente bello. Sto ancora cercando il mio libro di poesia. Di contro, oltre che con il libro di questa signora, sono uscito dalla libreria con un libro di Raffaele Nigro. L'ho comprato per il titolo, non ti preoccupare, nemmeno io avevo la più pallida idea di chi cazzo fosse Raffaele Nigro. Con i libri è così. Per questo è la passione più bella del mondo. Quando proprio credi di aver letto tutto e toccato il cielo del giallo/noir con la Vargas, ti piomba Wislow tra le mani. Quando credi di aver finito, e placidamente osservi i tuoi libri ordinati secondo la personale classifica: i migliori del novecento, scopri di aver infilato nella tua libreria meno di un millesimo di tutto il novecento. Devi ammettere che, ad esempio, con le macchine da corsa oppure con i francobolli c'è molta meno possibilità di rimanere francamente stupiti.  E poi un suggerimento per un buon libro può arrivarti dal più idiota dei tuoi colleghi, perchè i libri sono così, si fanno prendere da tutti e si fanno leggere. E le storie che i libri raccontano si fanno trasportare di voce in voce. E magari ti arrivano al momento giusto. Poi, continuando a camminare attraverso il centro, cercavo una bottiglia di rhum. La mia storia d'amore con il rhum è come la mia storia d'amore con i libri. Cercavo un buon rhum, non avevo in mente nulla di particolare, se non un rhum di cui mi avevano parlato. Viene dalle Barbados. Il rhum è come un libro, devi sentirne il bisogno. Ci sono periodi in cui il Bacardi basta e avanza al tuo palato, ci sono periodi in cui la tua sete è complessa. Questo rhum viene dalle Barbados. E' forte, aspro, caramellato e bianco. Rhum fine per palati fini. Poi in fondo, qualche volta va bene qualsiasi cosa, basta che sia rhum, o basta che sia un libro.
Non ho trovato il rhum, ma ero pieno di cose da festeggiare. Solo uno stolto potrebbe farsi trovare impreparato dalla vita, con un sacco di cose da festeggiare, ma senza rhum. Ma a casa mia dorme, coperto da un portabottiglia di raso, eredità del doloroso capitolo: "ho fatto la lista nozze ma mi hai regalato quel cazzo che volevi tu, e nello specifico è davvero un regalo del cazzo", una preziosa bottiglia di rhum per questo genere di emergenze. Che di alti e bassi nella vita ce ne sono parecchi, ed è un peccato non festeggiare gli alti, che poi ti tocca bere quando navighi nei bassi. Il libro di Raffaele Nigro ha tutti i difetti per essere un libro che non comprerei mai: non so chi cazzo sia Nigro, ha la copertina rigida, costa uno sproposito e non ha lo spessore per entrare in nessuno dei buchi che mancano per riempire la mia libreria. Però nel titolo compaiono sia la Pivano che Hemingway. E allora spendi tutti i soldi, senza pensarci. Come davanti a un bicchiere di rhum. In compenso, il libro di poesie si intitola: mi rifiuto di essere più alta di un fiore, e la bella poetessa si chiama Giovanna De Carli. Invito a comprare, perchè non c'è più bel gesto che comprare un libro di poesia oggi.

Inoltre rispondo all'anonimo commentatore che chiede qui che rhum si beva. Sarò conciso, qui si beve rhum. Il rhum è rhum. Ci sono periodi della vita in cui qui si beve Vizcaya, Mount Gay, Barcelò, Barcelo Imperial, Pampero Reserva, Tortuga, Diplomatico, El Dorado, Zacapa, Caroni, Botran. Ci sono anche periodi in cui non riesci a farti dare niente di diverso da un cazzo di Bacardi. (cercalo, si scrive cazzodibacardi, tutto attaccato. Solitamente lo trovi negli stessi posti dove ti danno pessima musica e gente che si sente molto figa. Fai attenzione, quando bevi cazzodibacardi solitamente incontri persone che bevono cazzodibacardi). Io, personalmente, sono affettivamente legato a un rhum in particolare. Ma, come con i grandi scrittori di cui non conoscevi nemmeno il nome, per rispetto bevo tutto.

PS: non comprare mai rhum o libri in internet. E non comprare mai libri nello stesso posto dove compri il rhum. Nello stomaco, poi, si mischia tutto, ma diamine diamoci delle regole.

Un pensiero su “Quale Rhum Bevo io, quale rhum bevi tu

  1. Mi sento addirittura onorato a ricevere un post dedicato alla mia semplice domanda!
    Apprezzo, anche se non posso condividere, la tua grande apertura verso qualsiasi prodotto liquido con sopra scritto "rhum" o "rum", dal Diplomatico al Bacardi, un po' come qualcuno che apprezza sia il cibo d'alta cucina sia il McDonald.
    Senza tono polemico, sia chiaro! Ognuno sa per per sé!

    Max

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...