Qua perdi tempo

La fine attività del preparare il bagaglio, resa ancor più piacevole dal dover infilare mutande e libri in due bauletti di plastica, è l’ultimo gesto di questa giornata. Insieme a svariati milioni di sfigati domani parto. La lista è elastica, come una fisarmonica si sgonfia all’occorrenza. Il numero di mutande è conseguente al numero di libri, che è legato alle magliette, le quali dipendono direttamente dalle scarpe. Due i più grandi problemi: il necessaire e i maglioni. Per i maglioni ho risolto con il vecchio metodo del migrante calabrese: metto tutto addosso, uno sopra l’altro. Il necessaire, forbici, coltellino, torcia, schiuma da barba, ckone, eccetera, sarà sostituito con il mio nuovo acquisto (di cui sopra una diapositiva). Le cose più importanti mi seguono nel vecchio zaino rosso scolorito che fedele mi accompagna dal 1999, trasportando sempre la cassaforte dell’anima. Infilandoci il portatile, l’ipod, due quaderni con una penna fine blu, filtrini cartine e tabacco, cinque libri, due o tre pezzi da cento, un’accendino che abita nello zaino dalla sua nascita e che risulta inutilizzato da Ios 2000, una grande base di sabbia proveniente da mezzo mondo che contiene il tutto con effetto imballante.

Questo posto chiude, come di consueto, per il tempo necessario. Al mio ritorno in qualche modo lo riaccenderò.

tu che ami gli incensini e che ogni due ore cambi religione o santone sarai contento di sapere che anche io ho un tantra da sviluppare in queste due settimane. Ovviamente non te lo dico, ti porterò gli effetti.

Fratelli, sorelle, bevete per me, brindate al nostro ricordo, aspettate il ritorno per la gioia di Bacco e Venere.

Rivederci sarà già una vittoria

7 pensieri su “Qua perdi tempo

  1. dimenticavo di lasciarvi, con incondizionato piacere, uno dei posti dove potrete scaricare il primo racconto circolare.
    Ovvero, da leggere e da concludere, da firmare e tornare al mittente.

    radiocorrida.altervista.org

  2. Franz, per la miseria, vuoi scrivere questo libro o no ?!?!?!?
    Leggo di continuo i tuoi racconti e sono sempre piu’ dell’idea che sei di un altro livello!!!
    Sarò sicuramente uno dei primi che comprerà il tuo libro quando ti deciderai di farlo.
    Alex Bianchi

  3. I love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love youI love you

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...