La postalmarket del cuore: life is now

Missiva urgente alle tre persone che mi hanno fatto ascoltare in questo fine settimana di rhum e zanzare.
Non so come spiegartelo, ma è la stessa sensazione che porto dentro da qualche tempo a questa parte. Sconfina spesso nell’adrenalina della consapevolezza, deriva sempre in un’apnea spirituale, lascia senza parole. Ho comprato una targhetta in porcellana a Chicago, che doveva essere un suppellettile da dare in pasto all’onnivoro architetto dormiente dentro la testa della Signora, ed è invece diventato un manas trayati, un mantra. La magia è tutta in quelle parole, mai così vere, mai così pesanti. Calpesta la stupidità di un oroscopo, smonta insormontabili problemi da notti insonni, sviluppa una sensazione di consapevolezza. Adesso diventa il termine di paragone. Adesso è il tempo verbale. Adesso è il limite massimo per aspettare. Benefica come un cambiamento, potente come l’innamorarsi, scioccante come una scoperta, abita nel cuore.
Ora, tra gli effetti estremamente positivi, ti parlo di me, riscopri la sottile importanza di un momento qualsiasi insieme alle persone che ami. Il vaso capiente che ospitava l’ego e la memoria lo hai scoperto come una piccola bacinella. Sei un sassolino su una spiaggia, levigato dal tempo del mare, che ha la percezione sbagliata di essere scoglio.  Ti dovrebbe consolare il fatto che questa scoperta mi sta cambiando, mi guida, mi fa capire. Non avere mai paura di un cambiamento radicale, adesso è il momento di farlo. Non avere mai paura delle distanze che si creano tra le persone, distanze fisiche che si possono annullare nella verità di un rapporto. Conosco persone talmente lontane tra loro da non rendersene nemmeno conto, che abitano a pochi passi l’una dall’altra. Legate da un accordo di sopravvivenza, scambiano l’amicizia con l’egoismo di una spalla su cui piangere. Non ti spaventare del futuro, tutto dipende solamente da te. Non ci sono limiti alle tue scelte, se non le tue paure. Adesso è il momento di distruggerle, appoggiandoti solo su una disarmante verità: l’amore. Di un compagno, di un amico, di un padre. Viene da se che perderai molte delle cose che reputi fondamentali, scoprendo solo dopo la stupida inutilità che le faceva sembrare pietre miliari.
Io sono nessuno, ma tutto mi è possibile diventerà molto meglio di essere qualcuno senza nessuna possibilità di riscatto. Troverai nel viaggiare molte risposte, scoprirai nelle persone ferme sulle loro convinzioni le peggiori domande. Come ogni viaggio, il bagaglio è strategicamente importante. Dentro, nel posto  limitato che ti sarà concesso, troverai spazio solo per le poche cose indispensabili: le persone della tua vita e il vaso in cui raccogliere tutto. Spero di essere uno di quelli che avrà un posto nel tuo bagaglio.
Ogni giorno scopro di essere il peggior limite di me stesso, quando penso di essere arrivato, quando peso i soldi e la fatica, quando mi siedo a insegnare al posto di stare ad ascoltare. E’ una dipendenza da una grossa palla di gomma, che tanti lasciano come se fosse un peso. Nessuno meglio di me ti può chiedere di tenerla stretta, per esperienza ti dico che quando cadi ti farà rimbalzare. Mai come adesso è vero che perdere qualcosa può far guadagnare una vita. Nessuna partenza, nessuna ora di sonno, niente di quello che ti sembra doveroso, ti potrà mai ridare questa sensazione.
 
Grazie per le tue parole, come se fossi nel tuo bagaglio ti seguo. Qualche fuso orario ci terrà sempre allenati ad orari improbabili, fa parte del gioco. La pianto qui, perchè so che torneremo a parlarne molto presto, non certo in questo posto.
 
“the best way to predict your future, is to create it”. Questo c’è scritto, ne più ne meno. Se fossi terrone mi farei un tatuaggio in fronte. Mi limito a sorvegliare la migrazione della mattonella-mantra attraverso il difficile percorso estetico della donna che occupa il posto migliore nel mio bagaglio.  

Un pensiero su “La postalmarket del cuore: life is now

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...