Quanta saggezza sotto il turbante

Quando mi sono accorto che sul display dell’aereo con il disegno della rotta da Dubai a Milano mancava Israele, ho sgranato gli occhi. Eppure stavamo volando proprio sopra i confini. E ci ho messo un bel po’ a controllare: niente da fare, della Terra Promessa non rimane che la forma, senza il contenuto. Tenendo conto anche che i miei amici Emirati non ammettono nella loro terra i cittadini di Israele, si potrebbe pensare a una qualche forma di conflitto religioso, ma in verità si tratta del più geniale metodo per la soluzione di ogni problema: negarne l’esistenza.
E io mi chiedo: avrà un popolo che da uno stato fatto di sabbia e mare, ha creato un impero che genera un terzo del fatturato mondiale, più esperienza di noi, poveri pirla che lavoriamo per accaparrarci una settimana di ferie retribuite?
E vogliamo fidarci di un popolo che con delle molecole organiche scartate milioni di anni fa, vendendole al barile, ha creato uno dei più grandi imperi della storia?
Scavalcando i pregiudizi razziali, mi pongo in essere come cavia: io stesso sperimenterò la Soluzione Emirata Ai Cazzi Acidi (SEACA).
 
Diaro di una Cavia SEACA
E’ già da due giorni, e con grande successo, che vivo felicemente senza quei rompicoglioni del terzo piano. Mi è bastato asportare il tasto 3 dell’ascensore e staccare piastrine del citofono e della casella della posta. Credevo peggio. Qualcuno si lamenta, e non sa che rischia lo stesso trattamento.
Inoltre sono molto sollevato dal risparmio che sto traendo senza il casello di Sesto San Giovanni della tangenziale. Basta sfondare la sbarra di alluminio, e il gioco è fatto.
Senza la noiosa coda alla macchinetta del caffè ( dato che la fila non esiste io non la sto saltando), ci metto molto meno.
E che sollievo quando ho notato che bastava cancellare i nomi dalla rubrica del cellulare per eliminare alcuni succhia palle di grande rilievo.
E si vive parecchio felici, grazie a questa semplice e diretta regola di vita.
Ancora una volta questo ci insegna che il popolo che ha inventato i numeri e dominato per secoli le aride terre del Medio Oriente, è un popolo dalla saggezza sconfinata.
In ogni caso, se qualcuno desiderasse ribattere a questa teoria, può liberamente farlo, tenendo conto del fatto che da quel momento per me non esisterà più.
Provate anche voi, funziona!

2 pensieri su “Quanta saggezza sotto il turbante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...