Super Pippo

 

Si vive una sola volta. E qualcuno nemmeno una.

woody allen

Parte I

A volte mi piace guardare le cose attraverso i suoi capelli.  Che è la metafora fotografica di qualcosa di più: a volte mi piace guardare le cose come le guarda lei, con i suoi occhi. A volte mi piace guardare le cose riparandomi dietro il bello, dentro una culla di serenità, protetto. Ho ventisei anni, normo dotato, ho diritto di voto, uno stipendio, una macchina per viaggiare, parecchi amici, un cuore abbastanza forte e dei valori. Dicono che dovrei essere grato di questo. Anche se, ringraziando dio per il mio normo fisico, il resto me lo gioco tutti i giorni. Per questo è bello per me fermarmi e guardare fuori con i suoi occhi. Per questo lei è un colore, qualcosa di simile a un colore di fondo. Semplicemente. Ci sono sere in cui ho solo voglia di un paio di amici, di chiacchere e sorrisi. Dietro mi lascio poche cose, consumo le possibilità come legna. Faccio bruciare tutto. Cerco di farlo. Non mi nascondo dietro ai dubbi di un qualsiasi ragazzo, e come tutti a volte evito le domande troppo grosse. Mi siedo a pensare spesso. Perchè serve. Come un buon libro. Ho grandi progetti per me, speranza da vendere. Tutto sembra bene. Ho pensato, penso, e penso che penserò spesso ai valori. Ne discuto, mi si gonfiano le vene del collo. Qualcosa di assoluto, un codice morale, un modello di condotta. Qualcosa di simile al "benpensare". Ho anche imparato che sono proprio i valori a non cambiare mai. La sete di discutere impazzisce davanti a argomenti del genere, ultimo sorso.

Parte II

Pippo, la scopa magica. Pulisce in tutti gli angoli della casa. La casa delle libertà, con quel "tutti assolti" del processo All Iberian, ha usato al massimo la legge "pippo" per scopare via ogni dubbio. Tutti assolti, una minaccia più che una sentenza. Super Pippo, l’eroe a fumetti in calzamaglia, non potrebbe mai salvare le nostre orecchie dal tormentone scandalistico sul jet set che pippa. E Super Pippo non lo farà. Nemmeno Pippo, il campione, l’eroe della simulazione in area, si escluda che pippi. Nel bene o nel male. Pippo, resta comunque uno stile di vita. E poi, lo dico io che mi faccio quattro cuba in una sera, non è un problema di salute. Pippero, futuro senza accento, canzone macabra di una puttana che muore in un salotto bene. Bene, nel senso che pieno di soldi. Perchè il salotto bene è quello di casa mia. E nel salotto di casa mia non si discute nemmeno: è un problema di valori. Che, almeno quelli, non si cambiano con una sentenza.

Parte III ed ultima

E a stare bene attenti, collegati, a queste cose ci si pensa. Senza esagerare. E comunque respirando piano, per non spostare i riccioli rossi che ti fanno sembrare belli anche i palazzoni del centro.

15 pensieri su “Super Pippo

  1. Pezzo jazz in tre parti nato dalla lettura di un commento di un lettore delle news di Libero che più o meno faceva così:
    “siete vekki, perkè pippare non è un male. e io pippero (senza accento) ke è meglio di invekkiare kosì”
    firmato con il nome e 89. Si, ottantanove. No, giuro che non è mio figlio. Perchè sarei favorevole alla pena di morte. Anzi alla kondanna a morte. kazzo

  2. venerdì sera il lopa ci ha invitato tutti alle colonne per festeggiare in maniera molto easy il compleanno della sua morosa Vera.
    non mancate!!!

    la signora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...