All’Enoteca Neroazzurra

La formazione di partenza schiera Egofix, livello cardiopatico, El Presidente, con tanto di codino scaramantico, Franz, Monazzo, pervenuto in qualità di Gufo, Fede, anche lui ancestrale jellatore, Guido e Consorte, e la Fan di Sheva. L’Enoteca è in zona Buenos Aires, bella e tranquilla, la serata è tiepida, il clima cordiale. Quel deficente si dimentica di tenerci il tavolo. Così finiamo spalmati in mezzo alla strada. Primo tempo, e tutti si ridacchia. Poi, fosse uno. Fossero due. Fossero tre. Inutile raccontare. A malincuore entriamo nella storia inglese. Io propongo in continuazione a Silvio di dichiarare guerra. Il clima è rasserenato da una vasta schiera di MilanoBeneBoys. Sorseggiano vino bianco, distesi nelle loro camice con iniziale in vista. Sono quasi tutti interisti, per questioni di reddito. Ma hanno tutti un amico che è a Istanbul. A ogni inquadratura della Fossa c’è un urlo "ma quello è il dado!" "guavda c’è il Vichi". A condire le bastonate c’è il conto in pieno stile parigino. Paghiamo la birra come se gli avessimo portato noi il luppolo da fermentare. Inutile protestare. Ha vinto lo sport, in tutti i sensi.  Ho dei dubbi, sul MilanLab, e delle certezze: non tornerò all’Enoteca del Gufo Neroazzurro. Mi dispiace sentitamente per il Dado la Vicky, la Cami e Pussi. Magari ci vediamo a metà strada

8 pensieri su “All’Enoteca Neroazzurra

  1. Chi di voi maschietti e non solo, non ho ancora capito quanti siente ma l’ora tarda e l’unico neurone superstite non mi vengono in aiuto …
    comunque, volevo dire a chiunque di voi mi abbia lasciato un messaggio che concordo appieno ( si dice appieno? …:!) e … ma domani è il tuo ultimo giorno di lavoro? Perchè? Il lavoro, l’insofferenza o qualcosa di meglio?
    Ho deciso di fare così perchè ora non sto facendo nulla che mi faccia stare bene, mi serve solo uno stipendio per arrivare alla fine del mese ma mi voglio troppo bene per sentirmi così frustrata per due soldi.

  2. Ragazzi

    Non prendete droghe
    Non ingoiate pasticche
    Non fumate erba
    Non inseguite paradisi artificiali

    La vera felicità ve la da IL MILAN

    Il Bianchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...