Le 10 cose da fare a Madrid

16 Dic

Sarò breve, ma dovete fidarvi. Conosco Madrid molto meglio di qualsiasi guida possiate comprare. A proposito, non comprate mai guide delle città. Chiedete  forse alle madri delle donne che portate fuori il Pedigree?

A riprova della mia approfondita esperienza vanto un curriculum di tutto rispetto che quivi riassumo:

– A Madrid ho preso un pugno in faccia da un poliziotto. Aveva ragione lui.

– A Madrid sono rimasto senza soldi per tornare dal casinò. E cristo è come restare senza soldi al casinò di Venezia. Ma abitando a Padova.

– A Madrid ho sostenuto una conversazione di quasi mezz’ora con una puttana di origine incerta ma di certa bellezza, in un night con le piscine a sfioro e le luci blu, lasciandole anche pagato da bere.

– A Madrid sono stato, più volte a bere in un posto dove se chiedi al Dj i Madness, i Nofx e i Rancid te li mette.

– A Madrid sono stato scippato.

– A Madrid ho dormito dentro l’aeroporto, in un venerdì notte abbastanza movimentato.

– A Madrid ho anche lavorato, pregato, vissuto, mangiato e se non sbaglio scopato. Non tutto con la stessa persona.

– A Madrid ho bevuto molto. Molto davvero. In molti posti diversi. E con gente diversa.

Orbene, se state pianificando un viaggio a Madrid per la prima volta, cercando informazioni nell’etere, è conveniente partire da dove alloggiare.

Io dormo, da sei anni, nello stesso posto. Un po’ perchè sono fondamentalmente abitudinario, un po’ perchè mi viene servita la colazione con the verde, yogurt e cereali senza nemmeno chiedere, un po’ perchè da ubriaco mi era facile tornarci.

In ogni caso ho delle buone proposte sia che il vostro budget non superi un McMenu sia che vogliate fare una grande impressione su voi stessi o sulla poveretta che vi portate appresso.

Una cosa di Madrid la dovete sapere. E’ senza mare. Cioè Madrid è abbastanza lontana dal mare. Questo, teoricamente, la renderebbe un luogo inospitale, secondo i miei canoni. Eppure, sembra che a Madrid ci sia il mare.

E’ abbastanza probabile che scegliate l’aereo, per raggiungere Madrid. Questo vi farà riflettere molto su tutte le cattiverie che si possono dire su Malpensa o Fiumicino e la loro distanza dalla città. Di contro a Madrid hanno scoperto una cosa sensazionale: la metropolitana raggiunge l’aeroporto. So che può suonare strano, ma è davvero così. La metropolitana, a Madrid arriva ovunque. Per vostra informazione culturale, è la terza metro d’Europa per estensione, dopo Londra e Mosca. E Mosca, a ben vedere, non è neppure in Europa. 300 stazioni. Praticamente potrete andare ovunque.

Di conseguenza, come il vostro acuto spirito d’osservazione vi avrà suggerito, i taxi non costano un cazzo.

Di questo passo sarete ormai giunti all’hotel da voi prescelto per il magico soggiorno.

A Madrid, come in tutta la Spagna, vige il nostro fuso orario. Anche se potrebbe cambiare presto. Nonostante le informazioni scorrette su Yahoo Answers, la ragione di questa scelta è nella volontà di adeguarsi, nel 1940, al fuso di Berlino e quindi all’ora Nazista, da parte di Franco.

In ogni caso, l’ora è la stessa, ma gli orari sono molto diversi. Adattatevi a un’ora più pigra e lenta, le cose più belle a Madrid succedono quando a Lazzate o a Misinto tutti dormono da un pezzo.

Eccoci a cosa fare, assolutamente a Madrid.

1) iniziamo dalle cose semplici: andrete sicuramente al Prado. E’ un bellissimo museo anche se l’unica approfondita visita del sottoscritto risale a un sabato mattina in pieno hangover. Ruttavo copiosamente tra le cornici. Non ricordo molto. In ogni caso, sull’altro lato della strada davanti al Caixa Forum inizia un dedalo di vicoli con le poesie incise sul marmo dei marciapiedi. Un peccato non camminarci sopra.

2) Bere un bicchiere di vino a Plaza Sant’Ana. Senza dimenticarsi di essere profondamente radical chic e quindi facendolo sulla terrazza dell’hotel ME Reina Victoria. Costa, ma vale ed è anche pieno di lodevoli wannabe locali alle quali, se avete la fortuna di sembrare ricchi, starete sicuramente simpaticissimi.

3) Bere un bicchiere di pessima sangria alla fine di Calle De La Montera, verso Gran Via, dove le puttane dell’Est rimorchiano i turisti. E’ uno spettacolo abbastanza interessante. Io ci ho passato molte serate. A livello di sicurezza, siamo ai minimi standard, ma ne vale la pena. Inoltre al Vans Store davanti alla piccola piazza si ritrovano gli skaters. Se mai vi venisse voglia di fare qualcosa di bello a Madrid. I pavimenti della città sono perfetti per lo skate.

4) Pregare nella chiesa di San Sebastiano. E’ una cosa abbastanza piacevole, in genere, pregare.

5) Camminare da Plaza Mayor alla chiesa di San Isidro. Qui si sboccia, direbbero i Club Dogo. Si mangia tapas e pinchos e si beve un sacco. E si rimorchia. A patto di non essere italiani.

6) fumare seduti su una delle panchine tra il Teatro Real e il Palacio Real. E’ un posto magico, a metà tra l’Austria e l’Argentina. Con un sacco di peruviani che suonano i flauti a rovinare il tutto. Ma la perfezione è una ricetta che passa anche da questo

7) Fare la vita di un Madrileno fighetto. Iniziare con un breve aperitivo al Tigre. Mangiare qualcosa da Lateral, andare a ballare alla villa dietro al Palacio di Buenavista, finire in bellezza in una discoteca di Calle Barco. Budget notevole e stessi risultati di una notte romagnola. Con meno occhiali a goccia e borselli di Gucci, questo va detto.

8) Dormire la domenica mattina al Parque del Buen Retiro. Tutti i turisti la domenica mattina vanno al Rastro. Tutti. Tutti i cazzo di turisti, me compreso, sono finiti al Rastro, che è uno squallido mercato di cianfrusaglie all’aperto. Un posto di merda, a meno che non stiate cercando un telefono analogico sporco, venduto per venti euro. Nel frattempo il Parque del Buen Retiro si anima di gente bella. Ci si dorme parecchio bene.

9) Camminare per tutta la Castellana. Tutta. Da Nuevo Ministerios fino al centro. Ne vale la pena per vedersi tutta la città

10) fare colazione a la Latina al mattino del fine settimana. Ovunque, insieme a tutti quelli che hanno appena finito la serata. Ti fa sentire più giovane.

Ho finito. Il resto ve lo dicono le guide.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: