Ode Al Pesce

Questa sia un ode al Pesce.
O pesce, figlio del Piastrella, grande condottiero di battaglie con l’uovo di pelle. O Pesce, fratello degli uomini coraggiosi e padre del controllo della catena di montaggio. Tu, che con il tuo destriero dal tergilunotto provvisorio, attraversi la patria per portare il verbo, e il seme, oltre il grande fiume. Tu, che il popolo di San Vito in Provincia di Trezzano in Provincia di Milano ti osanna. Tu stesso, inventore e prodigo filosofo, hai avuto l’amabile pregio di compiere due gesti che su queste pagine rimarranno a peritura memoria.
 
In primis hai uscito,
O Pesce,
in una serata in cui la coltre di nebbia si fendeva con la lama portata da una mano prode, e la patina sulle strade poteva essere solcata solo da zoccoli navigati, e da zoccole disperate,
dicevo,
tu hai uscito dal suo sonno Egofix.
Egofix, figlio di Prossimix e fratello di Maniglia, cugino del nobile popolo gallo, che solitamente si chiude in un letargo umano da brumaio (ottobre) a nasatrono (marzo), lasciando che sulla sua pigrizia cada neve e i semi si congelino tutto intorno alla sua dimora a Trezzano, vicino a Lione. Lui, che inverna solo, frequentando solo alcuni possenti rappresentanti del popolo Rom, che in verità frequentano la sua casa, possibilmente quando lui non vi si adagia. Lui che del triclinio ha fatto un dio, posando il suo ano su pallide lenzuola, che mai lo copriranno dalla gogna del pubblico ludibrio.
O Pesce, ecco, tu l’hai uscito. Portandolo con te, hai compiuto il miracolo.
 
O Pesce,
non pago hai fatto il gesto che nella mia memoria ti ha posto ai vertici dell’amabile attività dello zingaro di città.
Avvolto nella coltre di nebbia del lago Idroscalo, da dove mostruosi zarri e infimi elfi di Cernusco insediano le (poche) vergini a noi rimaste in dono dal dio Eros (marito della dea Selene, che la leggenda vuole tradita con la semi-dea Hunziker. Dalla rabbia Selene sfida tutto il popolo svizzero con tremende battaglie. Da cui anche il film "Selen contro tutti"), sulle rive del Lago hai parcheggiato il tuo destriero e con noi, uomini comuni, hai iniziato il difficile cammino delle Discoteche dell’Idroscalo.
Donne tentatrici, barman comunisti, proiettori accecanti, musica diluita con stronzio, calpestio di piedi e grande abuso di ghiandole sudoripare non ti hanno fermato nel gesto più nobile che io ti abbia mai visto fare.
Solo il Mago Monastirius ha letto nelle intestine dello Elegante, forti turbolenze e grandi temporali, ma anche tessere Arci a poco prezzo e grandi dosi di rhum del supermercato, al costo del supermercato (inteso nella sua integrità).
Da tanto ne io ne Ira, figlia di Elio, Dio Del Vento da cui discende l’intestino dello Elegante, ci divertivamo così tanto, presi in danze e grandi banchetti.
 
O Pesce,
a te sia la mia gratitudine, che esprimerò al più presto con calici di rhum, allungato con acido fosforico e acqua in foglie di coca ed eventualmente del lime.
 
Per coloro che poco masticano con le Odi in endecasillabi tronchi, al Pesce il merito di una Zingarata d’eccellenza, che sicuramente verrà riproposta ad oltranza in tutti i locali, fino a che qualcuno non ci corticherà di manate.

4 pensieri su “Ode Al Pesce

  1. Per suggellare degnamente l’evento indimenticabile, il Gran Maestro di Cerimonia ha voluto sacrificare una vergine fracassandole il cranio. Gli dei del sabato sera apprezzeranno sicuramente.
    Pesce “alla parmigiana”

  2. Dopo Jonny Dorelli -l’Elegante e Orlando Bloom Ambasciatore, aggiungo che il nostro compagno inglese invece assomiglia a john Cusack.
    ditemi la vostra, però…
    l.s.

  3. torna la grande organizzazione della sciura con questa propostona:
    e se nel week sfruttassimo la tessera e andassimo alla casa 139?
    daaaaai che ci divertiamo!
    l.s.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...