Il salotto buono

Tira fuori i piatti belli amore. tira fuori la tovaglia della festa. Preparati a una serata davvero memorabile. Questa sera mettiamo in scena il salotto buono. Anzi, lo facciamo per tutto il week end. Preparo il vino, tu pulisci il bagno, e per carità togli tutte le riviste che leggo cagando. Ci si prepara ai racconti di tutta una estate. Sottofondo jazz, che fa salotto buono. Ma è il salotto buono non perchè di discuta di affari, non perchè si parli di finanza creativa ( in cui spadroneggio perchè tutti i giorni mi invento un motivo per il conto in rosso. Sono un creativo di primo pelo). No, il salotto diventa buono, ha un buon profumo e dei bei colori. Si sentono tutti gli odori, si sentono mille voci e si vedono mille facce. Si vedono i colori degli uccelli del Kenya, si sentono i profumi della sardegna. Si mangia un po’ di cucina greca e si programma una gita in croazia. Si pesca su un moletto e si mangia in un fast food di new york. E la cosa più bella è che ognuno la racconta a modo suo. La cosa forse più sottile è la differenza di punti di vista, le sfaccettature. La memoria di una vacanza. Chiedi a Sabino com’è New York. Solo puzza di cibo. Poi chiedi com’è il Kenya e ti senti un discorso sugli uccelli colorati ( nessuna allusione fallico razziale del vecchio gay Monazzo. Vera etologia tipo: ma che uccelli erano? e che cazzo ne so). Salotto buono, in cui corrono ricordi buoni, da Stintino a Mumbasa, da Atene a Miami. Viaggio solo ritorno. In attesa di una nuova andata. La famiglia si ricompone, piano piano, a colpi di cuba come tradizione, e con un filo di malinconia. Si riparte, tutti all’appello come cadetti volontari di una guerra obbligatoria. Si sparano sogni contro le nuvole, e poi ti accorgi che sono sempre gli stessi, e anche la guerra è sempre la stessa. Veterani metropolitani. L’esperienza a qualcosa servirà… o almeno così dicono.

Nella foto che troverete allegata al numero di Gente Che Conta in edicola Lo Ignorante La Signora e Cinzia Mani di Forbice nel Salotto Buono durante le trattative per una scalata di acquisto di un importante gruppo finanziario. Lo Ignorante farà da prestanome e Cinzia si occuperà della parte legale. Resta da chiarire la posizione della signora, che dichiara di voler essere la nuova lady Finanza. Ma io Non sono Mr. Finanza. E nemmeno me ne intendo… pensavo che Ricucci facesse lo yogurt… Bah, scalata anomala, ma farà sempre bene alla salute…

9 pensieri su “Il salotto buono

  1. “Si sparano sogni contro le nuvole” … questa frase è bellissima.
    L’esperienza serve sempre … anche ad usare un salotto brutto ma per serate fantastiche…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...