ma il premio sarebbe?

Sabato, mattino. Presto, per chi il venerdì alle tre è ancora in giro. Mi trovo sulla vespa. Si sente l’aria ormai calda. Questo è il momento migliore per Milano. Penso a un anno fa. Il cambiamento potrebbe anche essere una droga. Provato il senso di smarrimento, il panico, il vuoto, potresti anche diventarne dipendente. Appena dopo il vuoto ti accorgi di quello che hai in mano. Micropercezione di onnipotenza. tutto dipende dalla tua volontà. Cinque secondi di adrenalina. Responsabilmente osservo la situazione con il massimo distacco. E mi viene voglia di scappare al mare. Mi faccio promettere dalla Signora la levataccia e pago il pegno sorbendomi Orticola, ovvero sette euro per sprofondare in tutti i fiori possibili e immaginabili. Mi ritrovo a braccetto con l’Ambasciatore, tutti e due muniti di mandarini cinesi in fiore, ultimo acquisto di Cinzia in preda a un raptus floreale. Mi ritrovo sulla vespa. Vado piano, perchè di più non va, ma anche per pensarci un’attimo. Diventerà una dipendenza? La piccola dose di adrenalina, quel semplice gesto irresponsabile e stupido. La stessa percezione di irresponsabilità di quando ti butti contro dei muretti di acqua con una tavola, ti giochi i tuoi ultimi cento euro alla roulette o ti lanci con la moto sapendo che non frenerà mai in tempo. Tutti hanno le loro dosi. Somministrate con sorrisi e giustificazione. Mi lecco le dita e conto. Con le dita fino a dieci. Ho naso, si vede anche. E annuso il senso di vuoto. Che male c’è… mi butto. Tutti froci con il culo degli altri, mi dicono di farlo. Eccomeno!!! Fallo!!! Tanto le palle sono le mie. Su quello scoglio troppo alto, sotto non si vede nulla. E quando voli, senti che sei un coglione. Machecazzodiideeeeeee. Acqua, fatto. Una droga. Difficile non rifarlo. Sono sullo scoglio, e sto contando. Un passo e mi tuffo. Non sarà certo una domenica di mare a farmi tornare indietro, anzi….

Un pensiero su “ma il premio sarebbe?

  1. Io,la mia dose, me la procuro suonando e…funziona!
    Certo che un giro sul tuo vespino, nella Milano del sabato mattina presto…me lo potresti riservare! La visione mi affascina…
    Ciao Franz…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...